Viabilità Italia: presentato il piano per l'esodo estivo

Esodo estivo 2010Presentato questa mattina a Roma il piano dei Servizi per l'esodo estivo 2015 alla presenza del Ministro dell'Interno Angelino Alfano, del capo della Polizia Alessandro Pansa e dei vertici di Anas, Aiscat e Autostrade per l'Italia.

Da 10 anni tutti gli enti che si occupano di sicurezza stradale si riuniscono intorno al tavolo di Viabilità Italia per pianificare azioni e strategie comuni al fine di risolvere situazioni critiche causate da avversità atmosferiche, grandi esodi e gravi incidenti.

Quest'anno è previsto che più di 20 milioni di italiani andranno in vacanza in auto. A farla da padrone saranno soprattutto le località italiane mentre solo una parte residuale andrà fuori dai nostri confini.

Per far si che i viaggi possano avvenire senza particolari disagi e la vacanza non sia rovinata da imprevisti, il Piano è incentrato principalmente sul coordinamento e la prevenzione.

I controlli degli agenti saranno diretti a verificare soprattutto quelle condizioni che possono mettere in pericolo la vita propria e quella degli altri come le condizioni psico-fisiche dei conducenti, il rispetto dei limiti di velocità, il corretto uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini e la piena efficienza dei veicoli per il trasporto professionale di passeggeri.

La Polizia stradale sarà impegnata in via prioritaria sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali, mentre sulla restante viabilità saranno presenti le altre Forze di polizia e le Polizie locali.

Gli specialisti delle Stradale rafforzeranno i controlli con etilometri e precursori per le droghe, senza tralasciare i controlli nelle aree di servizio e parcheggio, per contrastare la microcriminalità.

In azione ci saranno pure i Reparti volo della Polizia di Stato e dell'Arma dei carabinieri con compiti di ricognizione, di coordinamento delle unità operative e di acquisizione delle notizie sul traffico.

Anche i prefetti, in sede di Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, sono chiamati a coordinare tutte le Forze di polizia per svolgere servizi di prevenzione.

Nel piano è previsto anche il coordinamento nelle attività di soccorso stradale e di assistenza alle persone, con i Vigili del fuoco, il personale dell'Anas, gli uomini delle concessionarie autostradali, delle strutture sanitarie e della protezione civile, per assicurare interventi immediati in caso di criticità.

Altro aspetto importante è quello dell'info-mobilità. L'aggiornamento delle notizie sul traffico e la percorribilità delle strade, saranno trasmesse dal Cciss, da Isoradio e da altri organi d'informazione nazionali e locali.

22/07/2015