Mafia: 95 arresti a Palermo

Operazione della poliziaÈ stata chiamata "Apocalisse" e ha assestato un duro colpo a due importanti mandamenti mafiosi dell'area occidentale della città: Resuttana e San Lorenzo.

Si tratta dell'operazione che si è conclusa stamattina ed è una delle più grandi degli ultimi anni. È stata condotta dagli uomini della Polizia di Stato, dell'Arma dei carabinieri e della Guardia di finanza: 95 persone sono state arrestate con l'accusa di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento e altri reati.

Gli agenti hanno inoltre sequestrato beni per diversi milioni di euro.

È stata un'operazione molto importante perché incide su un mandamento da sempre strategico per Cosa nostra e un tempo regno incontrastato dei Lo Piccolo e da sempre al centro delle attività di controllo dell'organizzazione mafiosa.

Le indagini hanno permesso alle forze dell'ordine di ricostruire l'organigramma dei due clan, con l'identificazione di capi e gregari che negli ultimi anni hanno sottoposto a una soffocante pressione estorsiva numerose imprese edili e attività commerciali e hanno esercitato un diffuso condizionamento illecito dell'economia locale.

Un'intercettazione ha anche permesso di individuare, a più di un secolo di distanza, il nome dell'assassino del poliziotto italo-americano Joe Petrosino venuto a Palermo per sgominare una banda di mafiosi, ucciso nel 1909.

23/06/2014
(modificato il 25/06/2014)


Parole chiave:
clan - antimafia - cosa nostra - arresti - Palermo