Metti la "Maturità al sicuro" con il video anti bufale

L'apertura di una busta con le tracce dei compitiGli esami di maturità sono alle porte e, come ogni anno, impazzano le voci sui modi per arrivare a conoscere in anticipo le tracce dei compiti, che da quest'anno saranno diffuse per via telematica. Il passaparola su Internet è veloce e trasforma le voci in vere e proprie leggende metropolitane.

La maggior parte dei maturandi è consapevole che non esiste alcun modo per conoscere le tracce prima del tempo, ma per altri (circa il 40 per cento nel 2011 secondo Skuola.net), si tratta di verità assoluta.

Per garantire una corretta informazione agli studenti è nato un progetto di comunicazione congiunto di ministero della Pubblica istruzione, polizia Postale e delle comunicazioni e Skuola.net.

La campagna, denominata "Maturità al sicuro", è basata su un video attraverso il quale, in maniera ironica, si vuole spiegare ai giovani il "mistero" del plico telematico e della macchina organizzativa che c'è dietro le tracce di maturità. Saranno proprio i responsabili delle procedure ministeriali, intervistati nel video, a "smontare" le bufale.

L'iniziativa si concluderà il 19 giugno, quando un rappresentante della polizia Postale e delle comunicazioni sarà ospite della "Notte prima degli esami", la trasmissione in web-tv realizzata da Skuola.net (in onda alle ore 21), nella quale si risponderà a tutti i quesiti dei maturandi relativi alle informazioni sulle prove d'esame che circolano in Rete.

"L'iniziativa - ha dichiarato Antonio Apruzzese, direttore del Servizio polizia postale e delle comunicazioni - è finalizzata ad aiutare i ragazzi ad affrontare l'esame con maggiore serenità, confidando nei propri mezzi e nella preparazione che hanno ricevuto durante gli anni passati a scuola, senza cercare scorciatoie truffaldine che comporterebbero solo l'esclusione dalla prova d'esame".

16/06/2012