Polizia e "Striscia la notizia" insieme contro le truffe

Signora anziana truffata La Polizia di Stato e la redazione di "Striscia la notizia" mettono insieme le loro "indagini" per dare ai cittadini la possibilità di difendersi dalle truffe.

Sul nostro sito saranno pubblicate, con cadenza settimanale, le descrizioni dei raggiri più diffusi, arricchite dai video realizzati dalla redazione di "Striscia la notizia", che faranno vedere dal vivo con quale facilità e naturalezza operano i truffatori.

A partire da lunedì 28 vi spiegheremo come avvengono questi reati e quali sono, in genere, le persone prese di mira.

L'iniziativa vuole richiamare l'attenzione delle potenziali vittime, spesso anziane, ma soprattutto dei familiari e dei loro conoscenti.

Sono molte le tecniche che gli imbroglioni mettono in scena con grande abilità, tanto da rendere credibili le loro storie e spillare soldi ai malcapitati.

È della scorsa settimana, ad esempio, l'ultima truffa scoperta dalla polizia ai danni di alcuni abitanti di una zona di Roma, convinti a firmare nuovi contratti per la fornitura di elettricità e gas.

Il malvivente entrava nei condomini e, dopo aver rubato dalle cassette della posta le buste con le bollette, utilizzava i dati degli utenti per stipulare a loro insaputa nuovi contratti con la società per cui lavorava.

Molti ignari clienti, rilevando tariffe apparentemente più vantaggiose, pensando ad una semplice variazione dell'assetto societario, pagavano regolarmente gli importi. Il truffatore, dal canto suo, aumentava i guadagni grazie alle provvigioni pagate dall'azienda per i nuovi clienti.

In alcuni casi la truffa ha comportato il distacco della corrente e del gas e notevoli disagi per le vittime.

Le indagini della polizia, iniziate grazie alle denunce di alcuni cittadini, si sono concluse con la denuncia di un 35enne romano, dipendente di una società di servizi, che aveva raggirato centinaia di persone.

Dunque .. Occhio alle truffe! Seguite la nostra sezione arricchita dai video di "Striscia", a partire dal prossimo lunedì!

23/11/2011
(modificato il 25/11/2011)


Parole chiave:
truffe