Collaborazione internazionale di Polizia: incontro Italia - Algeria

CONDIVIDI

incontro capi Polizia italiana e algerinaIl capo della Polizia Lamberto Giannini ha incontrato a Roma in questi giorni il direttore generale della sicurezza nazionale dell’Algeria Farid Zinedine Bencheik.

Negli incontri, che fanno parte di un più ampio contesto di rafforzamento della cooperazione internazionale di polizia, sono state affrontate diverse tematiche di interesse dei due Paesi tra cui il contrasto al terrorismo di matrice jihadista ed alla criminalità organizzata.

La visita del capo della Polizia algerina è stata anche l’occasione per mettere le basi per una collaborazione operativa e di formazione in materia di cyber terrorismo e cyber criminalità, nonché per sancire la riattivazione del comitato misto tra le due forze di polizia per scambi informativi, formativi e attività comuni, e per la programmazione di altri incontri sulle riammissioni, in relazione alle politiche migratorie e dei rimpatri.

Nei lavori sono state coinvolte anche le rispettive delegazioni, per l’Italia erano guidate dal direttore Centrale della Polizia Criminale Vittorio Rizzi, dal direttore centrale della Polizia di Prevenzione Diego Parente, dal direttore centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere Giuseppe De Matteis e dal direttore dell’ufficio per il Coordinamento e la Pianificazione delle Forze di Polizia Vittorio Lapolla, che hanno approfondito le principali tematiche della sicurezza internazionale e della criminalità transnazionale sulla base delle rispettive esperienze.

In tale contesto il capo della Polizia algerina ha tenuto, questa mattina, la lectio magistralis presso la Scuola superiore di Polizia ai frequentatori del corso di formazione per commissari della Polizia di Stato ed ai dirigenti delle Digos delle principali provincie italiane: Bencheik ha ripercorso la storia della lotta al terrorismo interno algerino, evidenziando i punti in comune con l’azione di contrasto portata avanti dallo Stato italiano negli anni ’70 e ’80 contro il terrorismo di matrice eversiva.

31/05/2022