Polizia postale: “Safer Internet Day 2020” con migliaia di ragazzi

CONDIVIDI

Oggi si celebra il Safer Internet Day 2020, la giornata dedicata alla sicurezza della Rete.

La Polizia postale e delle comunicazioni in collaborazione con il ministero dell’Istruzione ha organizzato, per l’occasione, workshop e dibattiti sul tema del cyberbullismo coinvolgendo le scuole di 100 province italiane.

Attraverso l’edizione speciale del progetto “Una vita da social”, gli specialisti della Polizia postale hanno incontrato oltre 60 mila ragazzi uniti dallo slogan della campagna “insieme per un Internet migliore”.

L’incontro ha consentito di insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre i rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri.

I dati statistici riferiti agli anni che vanno dal 2017 al 2019 che riguardano i minori vittime di reati attraverso Internet, mostrano un aumento sia di coloro che hanno subito reati sia di coloro che li hanno commessi.

“La sensibilizzazione sui temi della sicurezza online e sull’uso responsabile della Rete – ha dichiarato Nunzia Ciardi direttore del Servizio Polizia postale e delle comunicazioni - è un impegno quotidiano della Polizia postale e delle comunicazioni. E la collaborazione con il ministero dell’Istruzione è imprescindibile. Iniziative come quella della giornata mondiale dedicata alla sicurezza in Internet, ha continuato Ciardi, celebrata ormai in oltre 150 paesi tra cui l’Italia, sono di grande importanza perché aiutano a portare la sicurezza della Rete all’attenzione di un grande numero di persone, giovani e adulti, che a loro volta sono ineliminabili figure di riferimento per orientare i più piccoli ad un uso sicuro e responsabile della Rete”.

11/02/2020