Catania: azzerati i vertici del clan Santapaola – Ercolano, 14 arresti

Decapitati i vertici del clan Santapaola - Ercolano - gruppo di “San Cocimo” con l’arresto di 14 persone, a Catania. Gli arrestati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, dei delitti di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, intestazione fittizia di beni, usura, detenzione e porto illegale di armi e reati in materia di stupefacenti. Le investigazioni hanno consentito, tra l’altro, di documentare alcune estorsioni e l’imposizione del servizio di vigilanza in locali notturni di Catania.

L’indagine della Polizia è partita nel 2016 dopo la denuncia di un titolare della società che gestisce Il parcheggio nei pressi dell’aeroporto di Fontanarossa “Vincenzo Bellini” di Catania, per aver ricevuto una telefonata estorsiva di 100 mila euro.

Indagando sull’episodio, i poliziotti, oltre a individuare gli autori della tentata estorsione, hanno scoperto un contesto criminale molto più vasto riconducibile all’associazione mafiosa Santapaola - Ercolano - gruppo di “San Cocimo”.

Gli investigatori hanno inoltre evidenziato come uno dei boss, anche se in carcere, riusciva, attraverso i figli e la moglie, a impartire ordini e ad acquisire quote di partecipazione in attività economiche che venivano intestate a prestanome.

Sempre nel corso delle indagini gli agenti hanno documentato anche l’imposizione, ai gestori di una nota discoteca catanese, del servizio di sicurezza e l'obbligo di versare tre mila euro al mese.

20/03/2019


Parole chiave:
catania - arresti - mafia - estorsione