Vibo Valentia: palazzina della scuola di Polizia intitolata a Montinaro

Intitolata alla memoria dell’assistente capo Antonio Montinaro, Medaglia d’oro al Valor Civile, caduto nella Strage di Capaci, la cosiddetta “Palazzina nuova” della Scuola Allievi Agenti di Vibo Valentia. In questa Scuola, nel 1981, Montinaro aveva frequentato il corso per agente.

Alla cerimonia ha preso parte il capo della Polizia Franco Gabrielli, la moglie di Antonio, Tina Montinaro, da sempre impegnata nella diffusione dei valori della legalità, le autorità civili e militari e i 216 allievi agenti che attualmente stanno frequentando il 202° corso.

Durante la cerimonia è stato proiettato anche un video in ricordo dell’assistente capo Antonio Montinaro.

Il capo della Polizia Franco Gabrielli nel suo intervento ha detto che “Giro l'Italia non solo per avere l'occasione per parlare con i colleghi, per rendermi conto delle condizioni in cui operano, ma oggi, a maggior ragione, per ricordare i nostri caduti che per me sono una inesauribile benzina, un carburante straordinario per andare avanti, per cercare di fare meglio. Il prefetto Gabrielli ha poi proseguito dicendo che “L'unica nostra ragione d'essere è servire; garantire la sicurezza è l'impegno che noi abbiamo assunto con le comunità e ogni divisa è il segno più profondo del sacrificio di quelli che ci hanno preceduto”.

In occasione dell’evento sono state organizzate diverse giornate di incontri che coinvolgeranno, oltre agli uomini e alle donne della Polizia di Stato di Vibo Valentia, anche le autorità civili e religiose, ma, soprattutto, gli studenti delle Scuole vibonesi e la cittadinanza; l’iniziativa si propone principalmente di esaltare i valori della memoria e della legalità in un territorio, quello vibonese, a forte densità mafiosa.

Il 30 novembre, ci sarà un dibattito sulle mafie al quale saranno invitati gli allievi agenti e gli studenti dei licei cittadini e della Provincia che hanno partecipato al bando-concorso sul tema “Memoria e Legalità”. All’evento sarà presente Tina Montinaro, il giornalista e scrittore Gaetano Savatteri, autore del libro L’Attentatuni e il regista e sceneggiatore Stefano Mordini, regista del film La scorta di Borsellino- Emanuela Loi.

Il primo dicembre, invece, la Scuola allievi agenti sarà aperta agli studenti e alla cittadinanza e, per l’occasione, sarà possibile visitare stand e assistere a dimostrazioni della Polizia scientifica, dei cinofili, degli artificieri e della Polizia stradale.

Inoltre, nel cortile interno della Scuola, saranno esposte la teca con la Quarto Savona Quindici, nome in codice dell'auto blindata sulla quale viaggiava Antonio Montinaro, la Lamborghini Huracan, e una mostra fotografica sugli eventi di cronaca di maggiore rilievo storico.

La manifestazione si concluderà il 2 dicembre, con la I^ edizione della gara podistica “Vibo corre per memoria e legalità”.

Il ricavato raccolto con le iscrizioni verrà devoluto a favore del Piano di Assistenza “Marco Valerio”, rivolto ai figli dei poliziotti affetti da gravi patologie. 

29/11/2018