"Il poliziotto un amico in più": parte la 14^ edizione

nullScade il 14 marzo 2014 il termine massimo per inviare gli elaborati prodotti dagli alunni delle scuole per il concorso legato all'iniziativa del "Poliziotto un amico in più".

ll Progetto promosso dalla Polizia di Stato, in collaborazione con il ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (Miur) e l'Unicef, giunto alla 14^ edizione ha come tema "Crescere e migliorare insieme…noi protagonisti del cambiamento".

L'iniziativa 2013/2014 è rivolta agli alunni della scuola dell'infanzia, della scuola primaria, della scuola secondaria di primo grado e a quelli del biennio della scuola secondaria di secondo grado. Attraverso il lavoro in aula si sviluppa l'impegno di educare i giovanissimi ad una cultura della legalità, del rispetto dei diritti umani, della tolleranza e della solidarietà.

L'iniziativa s'inserisce in un cammino educativo-formativo che coinvolgerà gli insegnanti e le famiglie e prevede tre categorie alle quali partecipare: opere letterarie, arti figurative-tecniche varie, tecniche multimediali e cine-televisive.

Una commissione, nominata e presieduta dal questore di ciascuna provincia e composta da un rappresentante della scuola, da un rappresentante provinciale dell'Unicef e da un medico/psicologo, individuerà il lavoro migliore per ciascuna categoria.

I lavori selezionati e risultati vincitori a livello provinciale (esclusivamente i primi classificati per ciascuna categoria), dovranno essere inviati, entro e non oltre il 25 marzo 2014 al ministero dell'Interno.

Una commissione centrale selezionerà i lavori ritenuti di maggior interesse a livello nazionale; il gruppo di lavoro è presieduto dal direttore dell'Ufficio relazioni esterne e cerimoniale della Polizia di Stato Anna Maria Di Paolo, ed è composto da rappresentanti del ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (Miur), dell'Unicef e della Direzione centrale di sanità, da professionisti del settore della stampa e delle comunicazioni e da esperti delle arti grafiche e figurative.

Le province interessate al Progetto sono:
Agrigento, Arezzo, Asti, Avellino, Belluno, Biella, Brescia, Brindisi, Caserta, Catania, Cremona, Crotone, Ferrara, Firenze, Frosinone, Genova, L'Aquila, La Spezia, Lecce, Lecco, Macerata, Messina, Modena, Nuoro, Palermo Perugia, Pesaro-Urbino, Prato, Roma, Sassari, Trapani, Trieste, Varese, Verbano Cusio Ossola.

11/12/2013
(modificato il 31/03/2015)