Danilo Petrucci

 

Il pilota delle Fiamme oro Danilo Petrucci Luogo di nascita
Terni
Data di nascita
24 ottobre 1990
Altezza x peso
cm 181 x 73 kg
Categoria
MotoGp
Team corse
Team Pramac Ducati
Società
Fiamme oro

Danilo Petrucci è uno dei piloti italiani più talentuosi, e fin da piccolo si è messo in evidenza con le sue vittorie nelle varie categorie.

A 9 anni è campione italiano di minitrial e l'anno seguente campione italiano minitrophy LEM. Dal 2002 al 2004 vince i campionati regionali di minicross.

Dal 2006 partecipa a campionati di velocità. Arriva due volte secondo (2008 e 2009) nel campionato europeo Superstock 600.

Nel 2009 vince il campionato italiano under 23 nella Superstock 1.000, arrivando secondo nel campionato assoluto. Nello stesso anno rappresenta l'Italia vincendo il titolo continentale al Campionato europeo Junior Stock 1.000.

Nel 2010 vince il tricolore nella Superbike under 25, piazzandosi terzo nella classifica generale.

Nel 2011 entra a far parte delle Fiamme oro, vince il titolo di campione italiano Stock 1.000 con una gara di anticipo e arriva secondo al Campionato del mondo Stock 1.000 a soli 2 punti dal vincitore.

Nel 2012 fa il suo esordio in MotoGP nel team IodaRacing Project, iniziando la stagione in sella ad una Ioda TR003 per poi passare dal Gran Premio di San Marino ad una Suter MMX1. Ottiene come miglior risultato un ottavo posto in Comunità Valenciana e alla fine della stagione è 19° con 27 punti.

Nel 2013 termina la stagione al 17º posto con 26 punti.

Nel 2014 è alla guida di una ART con specifiche Open. Deve saltare i Gran premi di Spagna, Francia, Italia e Catalogna a causa di una frattura al polso sinistro, e termina la stagione al 20º posto con 17 punti. Il 1º ottobre 2014 entra a far parte del team Pramac Racing per il motomondiale 2015, in sostituzione di Andrea Iannone.

Il 30 agosto 2015, nel GP di Gran Bretagna, conquista il primo podio della sua carriera in un motomondiale di MotoGP e chiude la stagione al decimo posto in classifica con 113 punti.

Nel 2016 ottiene due settimi posti e termina la stagione al 14º posto con 75 punti. Anche in questa stagione salta alcune gare a causa di un infortunio alla mano destra.

Nel 2017 è alla guida di una Desmosedici e conquista 4 volte il podio: il 4 giugno 2017 arriva terzo nel Gran premio d'Italia, il 25 giugno si piazza secondo ad Assen e poi è ancora secondo a San Marino. Terzo gradino del podio per lui in Giappone.

19/02/2013
(modificato il 17/10/2017)


Parole chiave: