i nuovi distintivi di qualifica

Corpo delle Guardie di città - Chepì da comandante - 1901

Chepi comandante 1904

Corpo delle Guardie di Città
Chepì per Comandante di terza classe -1901


Sul fronte è posto il fregio del Corpo di metallo argentato, costituito dallo scudo di Savoia sormontato dalla corona Reale, fiancheggiato da due leoni rampanti e sovrapposto ad una fascetta portante la scritta "Guardie di città"; il fregio è arricchito da una nappina di forma ellissoidale di metallo argentato, anch'essa guarnita con lo scudo Savoia. Fregio e nappina insistono sulla coccarda nazionale in seta.
Il chepì, di panno turchino scuro, è chiuso superiormente da un tondino di tela nera verniciata, ha la visiera rigida in cuoio nero e il soggolo in cuoio. Il distintivo di grado, posto attorno alla parte superiore, è formato da un galloncino argentato e turchino chiaro, e da montanti laterali in cordoncino argento.Nella uniforme "festiva e di parata", il sottotenente arricchisce il copricapo con una trecciola di quattro cordoncini in argento.
Il copricapo è stato impiegato dai primissimi del Novecento alla fine del 1919.

05/11/2015
(modificato il 17/11/2015)


Parole chiave: