La Bandiera della Polizia di Stato

CONDIVIDI

Bandiera Polizia

Nella Bandiera il Corpo di Polizia sintetizza il senso più alto dei propri valori, della propria identità e della propria tradizione. Corpo e Bandiera sono intimamente connessi e come tali destinati all'indissolubilità.

La Bandiera del Corpo, nella foggia stabilita dall'art.12 della Costituzione è un titolo onorifico per l'azione svolta dalla Polizia, nonché simbolo delle tradizioni del Corpo, della sua storia, del ricordo dei suoi caduti.

Il percorso che porta alla consegna della Bandiera, si inserisce nelle vicende che scandiscono nel tempo l'evoluzione della Pubblica Sicurezza.

La prima concessione della Bandiera nazionale alla Polizia è datata 4 giugno 1922. Il vessillo nazionale fu consegnato dal Re Vittorio Emanuele III al Corpo della Regia Guardia per la Pubblica Sicurezza all’interno della caserma “Macao” di Roma.

Dopo lo scioglimento della Regia Guardia per la Pubblica Sicurezza disposto con Regio Decreto n° 1680 del 31 dicembre 1922, la Bandiera di Guerra del Corpo è stata custodita presso l’Armeria Reale di Torino fino al 12 dicembre 2019 allorquando, nel corso di una solenne cerimonia, è stata trasferita nel Sacrario delle bandiere all’interno del Complesso del Vittoriano a Roma, ove, assieme alle altre bandiere che compongono il Sacrario, potrà essere ammirata da studiosi, appassionati o semplici visitatori del complesso monumentale.

Con Regio Decreto del 26 settembre 1930 la Bandiera nazionale fu concessa anche al Corpo degli Agenti di Pubblica Sicurezza, istituito nel 1925 e confluito nel 1943 nel Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza.  

Nel 1981, con la legge sul nuovo ordinamento dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza è istituita la Polizia di Stato a cui viene attribuita la Bandiera del disciolto Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza.

Dal 18 febbraio 2003 la Bandiera è affidata in custodia al Centro Polifunzionale – Scuola Tecnica della Polizia di Stato di Roma.

Il vessillo originale è conservato nel Sacrario delle Bandiere, presso la struttura dell'Altare della Patria, con tutte le altre Bandiere di Guerra delle Forze Armate dotate dello scudo sabaudo e rinnovate con la costituzione della Repubblica Italiana.

Oltre alla Bandiera di guerra, la Polizia di Stato ha le seguenti concessioni d'uso:

  1. Concessione dell'uso della Bandiera nazionale all'Accademia del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza (D.P.R. 29 dicembre 1964, n. 1568). Oggi la Bandiera è custodita presso la Scuola Superiore di Polizia a Roma.
  2. Concessione dell'uso della Bandiera nazionale al Raggruppamento Squadroni del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza (D.P.R. 28 setto 1965, n. 1272). Oggi la Bandiera è custodita al Centro di Coordinamento dei Servizi a Cavallo e Cinofili di Ladispoli (RM).
  3. Concessione alla Scuola Sottufficiali di Pubblica Sicurezza dell'uso della Bandiera nazionale (D.P.R. 24 maggio 1974, n. 275). Oggi la Bandiera è custodita all'Istituto per Ispettori della Polizia di Stato di Nettuno (RM).
19/01/2016
(modificato il 22/04/2020)
Parole chiave: