Università e ricerca: quanto costa la criminalità

Continua la collaborazione tra l’Università Cattolica di Milano e il Dipartimento della pubblica sicurezza. Transcrime, il centro di ricerca universitario della Cattolica, attraverso l’analisi dell’incidenza della criminalità, si propone di creare dei modelli che prevedano la ripetizione dei reati.

Nel primo report, utilizzando i dati di tre città italiane forniti dal Dipartimento, era stato creato un sistema di previsione dei furti in abitazione a Roma, Milano e Bari.

Nel secondo report, uscito in questi giorni, lo studio ha provato a misurare l’incidenza della criminalità nei comuni e nelle province italiane, attraverso specifici indicatori come la gravità dei reati e i costi economici ad essi collegati.

I reati presi in considerazione sono la criminalità violenta e quella cosiddetta appropriativa, cioè furti e rapine.

Lo studio ha preso in considerazione gli anni che vanno dal 2004 al 2015 ed emergono moltissimi dati interessanti; tra questi, ad esempio, il costo dei reati nel solo 2015: la stima si aggira intorno a 706 milioni di euro per i soli reati appropriativi.

30/07/2016
(modificato il 02/08/2016)