Tutti in coro con “;1 clik ?x te”;

1clik per teProvenivano dalle scuole di primo e secondo grado di 61 diversi istituti italiani gli oltre 3 mila studenti che ieri hanno affollato il Gran Teatro di Roma per la V edizione del concerto per la legalità quest'anno dedicato alla sicurezza sul web.

Si sono scatenati a ritmo di musica prima che cominciasse lo spettacolo; poi, tornati ognuno al proprio posto, hanno cantato a squarciagola "Per tutte le volte che…" insieme a lui: Valerio Scanu - vincitore del Festival di Sanremo 2010 - primo degli artisti a salire sul palcoscenico dopo il click che Paola Saluzzi ha premuto sul suo nome scritto sul videowall raffigurante la schermata di un computer.

"1 clik… x te!" è lo slogan che ha accompagnato l'iniziativa rivolta ai giovani finalizzata a promuovere tra loro un uso consapevole e responsabile di Internet, delle chat e dei social network. "Perché è un vostro sacrosanto diritto navigare senza paura ed essere tutelati e protetti in Rete, così come fuori" dice Paola Saluzzi che, dalla prima edizione, è madrina e impeccabile conduttrice di questo pomeriggio in musica.

È così che, di volta in volta, arrivano sul palco artisti che lanciano il loro messaggio ai giovani: è il caso di Arisa che dopo aver cantato insieme al pubblico la sua "Malamoreno" afferma in modo chiaro e diretto: "io su Internet non scarico, io compro!"

Quasi 3 ore di spettacolo in cui si sono alternate perfomance di ballerini come Alessandro La Rosa e Andrea Zambaldi, esibizioni canore di Lola Ponce, dei Sonohra e Tony Maiello, e le "gag" comiche di Alessandro Siani e Pablo e Pedro.

Allo spettacolo erano presenti tra le autorità anche il capo della Polizia Antonio Manganelli, insieme al ministro dell'Interno Roberto Maroni, il vice capo Francesco Cirillo e il prefetto Nicola Cavaliere. "Trasmettiamo un messaggio serio attraverso il linguaggio che usano i giovani, la musica e lo spettacolo: fate tutto quello che volete, ma nel rispetto delle regole" ha detto il ministro Maroni.

E anche il capo della Polizia ha sottolineato: "Dobbiamo dire ai giovani che questa scoperta straordinaria di Internet è uno strumento che va usato per divertirsi, per studiare, per lavorare, ma nasconde delle insidie. Abbiamo usato la musica perché la musica è emozione e, a volte, riesce a comunicare più delle parole".

In sala anche numerosi Vip del mondo dello spettacolo, del cinema e della tv tra cui Raoul Bova accolto da un ovazione, Luca Giurato, Giancarlo Magalli, Massimo Boldi e "la storia della tv" - come lo ha definito Francesco Facchinetti - Pippo Baudo.

E proprio Facchinetti, testimonial dello spettacolo e presidente della giuria tecnica del "mini talent show" organizzato per l'occasione è sceso in platea per scherzare e ringraziare gli ospiti in sala. E tanti sono stati anche i click dei ragazzi che hanno scattato fotografie con i loro telefoni cellulari ai vip presenti. In particolare all'attore Riccardo Scamarcio che ha premiato la vincitrice "popolare" del concorso: Diletta da Firenze.

- In collaborazione con Poliziamoderna. -

25/03/2010
(modificato il 26/03/2010)