Accordo tra Polizia di Stato e Fastweb per la tutela di reti e sistemi informativi

CONDIVIDI

Accordo Polizia di Stato - FastwebSviluppare una collaborazione strutturata per l’adozione di strategie sempre più efficaci in materia di prevenzione e contrasto al cybercrime è l’obiettivo della convenzione firmata questa mattina a Roma, dal capo della Polizia Franco Gabrielli e dall’amministratore delegato di Fastweb Spa Alberto Calcagno.

L’accordo riguarda in particolare la tutela delle reti e dei sistemi informativi di Fastweb, identificati di interesse nazionale per le funzioni istituzionali di enti pubblici e privati operanti nei settori strategici per il Paese.

Per raggiungere lo scopo è necessaria una condivisione di informazioni che si pone quale strumento essenziale per rispondere con tempestività ed efficacia alla minaccia informatica e per intensificare le attività di prevenzione e di analisi dei rischi.

Accordo Polizia di Stato - FastwebNell’accordo rientrano la condivisione e l’analisi delle informazioni per la prevenzione degli attacchi, lo scambio di segnalazioni relative a vulnerabilità e incidenti finalizzate all’individuazione dell’origine delle minacce contro infrastrutture critiche nonché di rapporti finalizzati al monitoraggio e allo studio dell’evoluzione della criminalità informatica.

Per la Polizia di Stato tale compito viene assicurato dal Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche del Servizio polizia postale e delle comunicazioni che da anni si occupa della tutela delle reti informatiche di realtà, sia pubbliche che private, di rilievo nazionale e di importanza strategica per il Paese.

Accordo Polizia di Stato - FastwebFastweb invece, oltre a mettere a disposizione un centro di competenza dedicato alla progettazione di soluzioni di IT Security, è dotata di un  Security operations center dedicato esclusivamente alla gestione dei servizi di sicurezza per le amministrazioni pubbliche e le aziende, attivo 24 ore su 24, per respingere attacchi e prevenire minacce.

Alla firma della convenzione erano, inoltre, presenti per il Dipartimento della pubblica sicurezza, il direttore centrale per la Polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i Reparti speciali della Polizia di Stato Armando Forgione e il direttore del Servizio polizia postale e delle comunicazioni, Nunzia Ciardi. Fastweb era invece rappresentata da Sergio Scalpelli, direttore delle relazioni esterne e istituzionali, Luca Merzi, security & real estate officer, e Giuseppe Putrino, head of authority operations.

22/11/2019