i nuovi distintivi di qualifica

Padova: Gabrielli firma un accordo con l'Università e inaugura la mostra della Scientifica

Giornata d’impegni istituzionali a Padova per il capo della Polizia Franco Gabrielli che oggi pomeriggio ha visitato la sede del Reparto mobile della Polizia di Stato, dove si è intrattenuto per un incontro con gli operatori e per visitare la struttura.

Terminato l’incontro, il Prefetto si è trasferito all’Università di Padova dove, alle 18, nell’aula Nievo del Palazzo del Bo, ha firmato un protocollo d’intesa tra il ministero dell’Interno e il Dipartimento di diritto pubblico internazionale e comunitario dell'ateneo.

L’accordo è destinato ad avviare una specifica collaborazione tra la Polizia di Stato e l’università per la realizzazione di un progetto utile a promuovere attività interdisciplinari allo scopo di studiare e sviluppare linee guida, realizzare incontri di studio e iniziative comuni per migliorare il livello di qualificazione e specializzazione degli operatori.

Il protocollo prevede anche di promuovere pubblicazioni e stage, con specifico riferimento al diritto di polizia, preventivo e repressivo, agli aspetti connessi agli accertamenti di carattere tecnico scientifico e alla loro successiva utilizzabilità in ambito processuale.

Il prefetto Gabrielli, nel suo intervento, ha sottolineato l'importanza dell'accordo siglato con l'università: "Il poterci confrontare, il poter essere seguiti, accompagnati, in un percorso che rafforza anche la credibilità dell'istituzione, credo che sia una nostra scelta felice. La scienza, la cultura, lo studio, l'applicazione, possono essere utili per noi per attendere alla missione che le nostre comunità pretendono da noi, cioè quella di garantire una società ordinata, più tranquilla, più sicura, sempre più giusta. In questa ricerca di una società giusta, affondare le proprie competenze nella scienza e nella cultura, credo che sia un buon viatico e una modalità con la quale rassicuriamo le comunità la cui sicurezza ci è stata affidata".

Subito dopo la firma del documento, il capo della Polizia, insieme al direttore centrale anticrimine Francesco Messina, e al direttore del Servizio polizia scientifica, Luigi Rinella, ha inaugurato la mostra itinerante della Polizia scientifica “Frammenti di storia”, allestita nel cortile antico del Bo.

La giornata si è conclusa con un concerto della Banda musicale della Polizia di Stato, che si è tenuto in serata presso il Teatro Verdi di Padova; i musicisti della Polizia, diretti dal maestro Maurizio Billi, si sono esibiti in brani classici e moderni, e hanno accompagnato l’esibizione del soprano Federica Balucani e del tenore Aldo Caputo.

11/06/2019
(modificato il 12/06/2019)