Assoluti di nuoto paralimpico: medaglie e record per i campioni delle Fiamme oro

Si sono svolti a Bologna i Campionati italiani assoluti invernali di nuoto paralimpico, durante i quali otto atleti tesserati per le Fiamme oro, guidati dal tecnico cremisi Francesco Bonanni sotto la supervisione del responsabile sport acquatici Roberto Bonanni, hanno conquistato 15 medaglie, 14 d’oro e una d’argento.

Nella piscina olimpionica “Carmen Longo” di via dello Sport, i nuotatori cremisi si sono messi in evidenza con delle ottime prestazioni, su tutte quelle di Antonio Fantin, che al suo esordio con i colori del Gruppo sportivo della Polizia di Stato, si è messo al collo l’oro nei 100 stile libero categoria S5; Antonio ha fermato il cronometro sul tempo di 1’6”24, nuovo record del mondo di categoria, migliorando così il precedente primato che lui stesso deteneva dagli Europei di Dublino. Ancora una vittoria per Fantin, questa volta nei 200 metri stile libero, con il nuovo record di categoria (2’24”48).

Record di categoria e assoluto nei 200 misti SM5 per Francesco Bocciardo che ha fatto registrare il tempo di 3’05”59; per lui vittoria della medaglia d'oro anche nei 100 metri rana SB4.

Oro pure per Francesco Bettella, che è arrivato primo nei 100 metri dorso S2, con il tempo di 2’32”26, nuovo record italiano di categoria e assoluto. Nei 50 dorso S2 Francesco non è riuscito a ripetersi, ottenendo comunque un ottimo secondo posto.

Nella categoria S3 Vincenzo Boni ha dominato le finali dei 50 stile libero e dei 50 dorso, conquistando due splendide medaglie d’oro.

Anche per Efrem Morelli sono arrivati due titoli italiani, il primo nei 150 misti della categoria SM4 e il secondo nei 50 rana SB3.

Doppia medaglia d’oro pure per Marco Maria Dolfin, nuovo campione italiano nei 100 rana SB5 e nei 50 farfalla S6.

Tra le donne Carlotta Gilli è salita due volte sul gradino più alto del podio nei 200 metri misti SM13 e nei 400 stile libero S13, mentre Giulia Ghiretti si è aggiudicata la medaglia d’oro nei 50 metri farfalla della categoria S5.

Una grande soddisfazione per Riccardo Vernole, il poliziotto che da diversi anni è anche il commissario tecnico della nazionale Finp (Federazione italiana nuoto paralimpico): “Una squadra di livello assoluto quella delle Fiamme oro, un mix di giovani campioni e atleti con elevata esperienza internazionale. L'obiettivo principale stagionale sarà il Mondiale, i ragazzi si stanno preparando al meglio affinché possano dare un grande contributo alla nostra Nazionale, in un evento che sarà anche fondamentale in termini di qualificazione alle Paralimpiadi di Tokyo 2020”.

Tante le medaglie di marca Fiamme oro arrivate anche dalle classifiche Open, stilate utilizzando il sistema tabellare nel quale la prestazione cronometrica viene confrontata con il record mondiale della categoria di appartenenza e trasformata in un punteggio. Quindi più la prestazione dell'atleta, nella sua classe sportiva, si avvicina al rispettivo record del mondo, più il punteggio sarà alto.

In questa speciale classifica i portacolori delle Fiamme oro hanno totalizzato 12 medaglie: due ori a testa per Carlotta Gilli (200 misti SM13 e 400 stile SM13), Efrem Morelli (50 rana SB3 e 150 misti SM4), Antonio Fantin (100 e 200 stile S5), Marco Maria Dolfin (100 rana SB5 e 50 farfalla S6).

Due medaglie anche per Vincenzo Boni (oro 50 dorso S3 e argento 50 stile S3), e per Francesco Bocciardo (argento 100 rana SB4 e bronzo 200 misti SM5).

Sergio Foffo

06/03/2019
(modificato il 04/06/2019)