Gabrielli a Riccione per la presentazione del "Progetto 3P"

Promuovere un nuovo modello di partecipazione e inclusione negli stadi mediante la stretta collaborazione tra società, istituzioni e tifosi, ponendo particolare attenzione verso le famiglie e la sicurezza è l’obiettivo finale del “Progetto 3P: patto – passione – partecipazione”, presentato oggi pomeriggio a Riccione (Rimini).

Il Progetto, realizzato dalla Lega Pro in accordo con l’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive del ministero dell’Interno, è stato attuato nella stagione calcistica 2018-2019.

Alla presentazione, che si è svolta presso il Palazzo del Turismo di Riccione, era presente anche il capo della Polizia Franco Gabrielli, insieme al presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, al presidente dell’Aia Marcello Nicchi e al presidente dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive Daniela Stradiotto.

“Apprezzo il coinvolgimento della Lega Pro nella tematica della sicurezza come tema che non appartiene solo alle Forze di polizia ma che coinvolge tutti - ha detto il capo della Polizia in una dichiarazione rilasciata a margine dell’evento - Serve un percorso in cui tutti siano partecipi, consapevoli e responsabili”.

Prima di recarsi al Palazzo del Turismo, il prefetto Gabrielli, accompagnato dal questore di Rimini Maurizio Improta, ha visitato il posto avanzato della Polizia di Stato. L’ufficio è la risposta all’esigenza di garantire a Riccione un punto di appoggio molto utile sia per le esigenze operative, sia per una maggiore fruibilità dei servizi di polizia da parte dei cittadini e, soprattutto, per i turisti che ogni anno affollano la cittadina balneare.

Durante la visita il capo della Polizia ha sottolineato che “È un esempio tangibile della polizia che amo, vicina alla comunità e che la comunità sente come propria”.

29/11/2018