Karate Premier League: Bottaro è oro, bronzo per Ferracuti e argento per il team cremisi di kata

Sui tatami di Istanbul (Turchia) si è svolta la quinta tappa della Premier League di karate, con gli atleti delle Fiamme oro che hanno portato nella bacheca cremisi tre risultati di prestigio. 

Viviana Bottaro si è messa al collo la medaglia d’oro del kata individuale femminile battendo in finale la numero uno del ranking internazionale, la giapponese, due volte campionessa del mondo, Kiyou Shimizu.

L’azzurra ha presentato il kata Papuren superando l’avversaria con il punteggio di 3 a 2. In semifinale l’azzurra si era presa la rivincita sulla spagnola Sandra Sanchez, che nella finale dei Campionati europei di Novi Sad aveva superato Viviana per un solo punto.

“Mai mi sarei immaginata di arrivare qui e vincere - ha commentato la campionessa cremisi - ma oggi sono consapevole di quello che sono. Mi sono proprio goduta questa finale, l’energia, le emozioni, gli arbitri l’hanno avvertito e sono stata ripagata. Volevo dimostrare che l’Italia c’è, che la nostra scuola è forte, che io ci sono. Adesso si continua a lavorare e da settembre riparto da protagonista”.

Anche Clio Ferracuti e tornata sul podio aggiudicandosi la medaglia di bronzo nella categoria +68 chili di kumite. Dopo aver vinto quattro incontri Clio si è dovuta arrendere alla finlandese Titta Keinanen, poi vincitrice della tappa, ma è riuscita a mantenere la concentrazione per affrontare e superare l’inglese Amelia Harvey nella finale per il terzo posto.

“Sono soddisfatta perché nelle eliminatorie ho battuto atlete da podio europeo e nei primi posti del ranking – ha detto la karateka delle Fiamme oro dopo la gara - Ho mantenuto la concentrazione per tutta la gara, ma soprattutto mi sono divertita, ho affrontato ogni incontro come se fosse una finale. L’inglese la conoscevo già ed è abbastanza fastidiosa per il mio modo di combattere, ma sono riuscita a salire di nuovo sul podio dopo tanto tempo. Ringrazio il Gruppo sportivo delle Fiamme oro per avermi permesso di partecipare a questa gara e il coach azzurro (e delle Fiamme oro, ndr) Cristian Verrecchia che mi ha seguito”.

Argento per la squadra femminile di kata delle Fiamme oro, formata da Sara Bernardi, Noemi Nicosanti e Valeria D’Agostini.

Le giovani portacolori della Polizia di Stato erano approdate in finale battendo il team iraniano Isfahan con il punteggio di 5-0, ma nella sfida decisiva per l’oro hanno affrontato le ragazze della nazionale turca, che si sono aggiudicate la vittoria.

“Siamo felici del risultato soprattutto perché la squadra è stata preparata in meno di un mese - hanno commentato le giovani atlete cremisi - Abbiamo affrontato la competizione senza nulla da perdere, ma con tanta voglia di metterci in gioco. È stato difficile affrontare la finale con la formazione turca, ma abbiamo dato il massimo e siamo soddisfatte della nostra performance. Ringraziamo le Fiamme oro e i nostri coach Cinzia Colaiacomo, Roberta Sodero e Cristian Verrecchia per l’opportunità e Sara Battaglia per il grande supporto”. 

Sergio Foffo

13/06/2018