i nuovi distintivi di qualifica

Paralimpiadi Rio 2016: Ghiretti vince argento e bronzo, Ferrarin è argento

Sono tre le medaglie vinte sinora a Rio 2016 dagli atleti paralmpici tesserati per il Gruppo sportivo della Polizia di Stato.

L’ultima in ordine di tempo è arrivata la notte scorsa dal nuoto con l’argento di Giulia Ghiretti, che si è piazzata seconda nella finale dei 100 metri rana categoria SB4.

La portacolori delle Fiamme oro è stata protagonista di una gara veramente emozionante, inserendosi da subito nella lotta per il podio, alle spalle dell’inarrivabile norvegese Sarah Louise Rung, che ha chiuso con il tempo di 1’44”94.

Giulia ha dato tutta se stessa e grazie a un sorpasso effettuato negli ultimi 15 metri, si è aggiudicata l’argento fermando il cronometro sull’1’50”58, nuovo record italiano sulla distanza.

Bronzo per la rappresentante di Singapore Rui Si Theresa Goh con il tempo di 1’55”55.

“È andata benissimo, è stata molto lunga e faticosa - ha detto la portacolori delle Fiamme oro subito dopo la gara - Questo successo ripaga tutto il lavoro duro fatto negli anni. Ci siamo allenati tanto e l’abbiamo voluto. Già essere qui con l’argento europeo e mondiale non era semplice, ma è andata benissimo”.

Per Giulia è la seconda medaglia conquistata a queste paralimpiadi.

Il giorno prima ha infatti vinto il bronzo nella finale dei 50 metri farfalla, categoria S5, anche in questo caso con il nuovo record italiano.

La nuotatrice azzurra ha fermato il cronometro sul 45”74, migliorando il suo precedente primato di 45”74 fatto registrare nelle batterie di qualificazione.

Il primo metallo olimpico di Rio paralympic 2016 è stato invece l’argento vinto da Michele Ferrarin nel paratriathlon, categoria PT2 con il tempo di 1h12’30”.

La gara prevedeva 750 metri di nuoto, 22.280 chilometri di bici e 5 di corsa.

Dopo le frazioni di nuoto e bicicletta Michele era al comando, ma nella corsa ha perso terreno e alla fine si è piazzato sul secondo gradino del podio.

"È un sogno essere su questo podio - ha detto Michele subito dopo essersi messo la medaglia al collo - Ti ripaga di anni e anni di sacrifici".

Sergio Foffo

12/09/2016
(modificato il 20/02/2018)