Canoa: De Santis, Ceccarelli, Capponi e Veglianti vice campioni del mondo

I giovani canoisti delle Fiamme oro durante gli allenamentiEvento storico per la canoa italiana. Ai mondiali juniores di canoa velocità, disputati a Mosca (Russia) l'1 e 2 agosto, l'equipaggio tutto color cremisi del C.4 500 metri composto da Francesco De Santis, Mauro Ceccarelli, Daniele Capponi e Marco Veglianti, ha conquistato la medaglia d'argento, preceduto soltanto dall'imbarcazione russa e prima dei bielorussi.

I quattro atleti del settore giovanile delle Fiamme oro hanno riportato l'Italia della canoa canadese su un podio internazionale della velocità dopo ben 49 anni.

L'ultimo podio risale infatti al 1960, quando un altro atleta delle Fiamme oro, la guardia di p.s. Francesco La Macchia, insieme ad Aldo Dezi, conquistò l'argento nel C.2 1.000 metri alle olimpiadi di Roma.

Questa volta, sul canale Kryloatskoe di Mosca, a giocarsi il titolo mondiale c'erano quattro ragazzi del vivaio curato dalle Fiamme oro Sabaudia.

I giovani campioni hanno dimostrato di possedere un'ottima preparazione grazie anche alla competenza del loro tecnico, Alessandro Ventriglia, che li segue pure durante le competizioni con la nazionale in qualità di collaboratore dello staff tecnico azzurro.

Lo stesso equipaggio ha raggiunto la finale del C.4 1.000 metri, chiudendo al 6° posto, mentre Daniele Santini è arrivato 6° nella finale del C.2 500 Juniores e 8° in quella del C.2 1.000 Juniores, in coppia con il compagno di squadra delle Fiamme oro, Pietro Repele.

Veramente un grande risultato per l'Italia e per il Gruppo sportivo della Polizia di Stato degli sport remieri, diretto da Elmo Santini, che vede concretizzarsi gli sforzi profusi ogni giorno dai propri tecnici e che hanno già portato la canoa cremisi ai vertici in Italia.

03/08/2009
(modificato il 04/08/2009)