Cosenza: inaugurazione del monumento ai caduti e Murales del commissario Mascherpa

CONDIVIDI

 

Capo della Polizia a Cosenza per scopertura opera dedicata ai cadutiIl capo della Polizia Lamberto Giannini ha partecipato oggi pomeriggio a Cosenza, nella sede della Questura, all’inaugurazione del monumento dedicato ai caduti della Polizia.

All’evento hanno preso parte il prefetto di Cosenza Cinzia Guercio, il questore Giovanna Petrocca, il presidente di Confindustria Cosenza Fortunato Amarelli, e le autorità civili e militari della provincia.

La cerimonia ha avuto inizio con i saluti del Questore e del Presidente di Confindustria a cui sono seguiti gli interventi del prefetto della provincia di Cosenza e del capo della Polizia Giannini.

Il prefetto Giannini nel suo discorso ha sottolineato che “Il ricordo dei nostri caduti, i momenti di vicinanza con tutti i colleghi delle Forze dell’ordine e con tutta la società sono momenti importantissimi che sento in maniera profonda” ha poi proseguito ringraziando i presenti e tutti coloro che si sono adoperati per la realizzazione dell’opera che ha sottolineato il prefetto Giannini “Simboleggia la memoria di chi ci ha preceduto e che ha donato la vita, il loro ricordo è la nostra forza e la nostra ragione di essere per andare sempre avanti”.

Opera realizzata per i caduti presso la questura di CosenzaSuccessivamente il direttore generale della pubblica sicurezza Lamberto Giannini e il questore Giovanna Petrocca hanno proceduto allo scoprimento dell’opera scultorea in memoria dei nostri caduti in servizio.

Il monumento ha ricevuto la benedizione dell’arcivescovo metropolita di Cosenza Francescantonio Nolè.

Il momento più toccante si è avuto durante l’esecuzione del Silenzio e con la deposizione di una corona d’alloro da parte del prefetto Giannini. (Foto)

Terminata la cerimonia il capo della Polizia ha proseguito con gli impegni istituzionali nel comune di Diamante (Cosenza) dove ha partecipato all’inaugurazione del Murales dedicato al commissario Mascherpa, inserito nel programma del Festival “Diamante Murales 40”.

Il commissario Mascherpa è il protagonista del graphic novel, edito in esclusiva dal mensile ufficiale della Polizia di Stato Poliziamoderna ed è ambientato, per le sue storie, proprio a Diamante. (Foto)

Nella serata si è svolto anche un dibattito sul tema della legalità insieme al sindaco di Diamante, Ernesto Magorno, al procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, Nicola Gratteri, e al giornalista Riccardo Giacoia, moderatore del dibattito.

Il prefetto Giannini rispondendo ad una domanda di una studentessa sul valore della prevenzione ha risposto affermando: "Penso che le iniziative culturali come quella di questa sera aiutino nel percorso per la legalità, perché è giusto parlare di legalità, è giusto sentire la vicinanza tra le autorità, le Forze dell’ordine, i cittadini, perché tutti insieme siamo cittadini di questo Paese" ha proseguito "Avvicinarsi ai ragazzi, parlare con loro dei valori dell’educazione civica, della scuola, e di come si vanno a tradurre un domani e far vedere tutto questo ai ragazzi e far capire quanto può essere di grande soddisfazione riuscire a dare un contributo alla sicurezza, ad aiutare le persone, a risolvere problemi, è importantissimo, e per questo ci diamo da fare nelle scuole" e ha sottolineato che "In diversi quartieri abbiamo aperto, spesso con beni confiscati alla criminalità, delle palestre dove le Fiamme oro si danno da fare per avvicinare i giovani allo sport e penso che questi siano tutti tasselli che avvicinano i ragazzi, le persone, i cittadini, alla cultura della legalità".

Alla domanda posta da una ragazza sull'utilità sociale dell’onestà non solo come valore morale ma anche come arma per combattere l’illegalità, il capo della Polizia ha risposto "C’è moltissimo da fare, ma ci sono messaggi positivi, grandi successi e messaggi di legalità forti delle istituzioni, come quello di questa sera,
perchè sono tanti i ragazzi che aspirano a far parte della Polizia,  delle Forze dell’ordine o della magistratura, hanno il desiderio di fare qualcosa di importante per il bene della società, e questo è un messaggio che viene veicolato fin dall’inizio, nella scuola".

Hanno preso parte agli interventi anche il fumettista Daniele Biliardo che ha realizzato il bozzetto del Murales dedicato a “Il Commissario Mascherpa” e il suo sceneggiatore Luca Scornaienchi.

05/08/2021
(modificato il 06/08/2021)