Roma: sala conferenze intitolata alla memoria di due poliziotti caduti

CONDIVIDI

intitolazione sala multifunzionale rossi e alighieriIntitolata, questa mattina, dal capo della Polizia Franco Gabrielli la Sala multifunzionale del Servizio controllo del territorio della Direzione centrale anticrimine di Roma, a Gabriele Rossi e Francesco Alighieri, deceduti a Villa Literno (Caserta) il 18 settembre del 2008.

La cerimonia si è svolta alla presenza dei familiari delle vittime, del vice capo vicario Antonio De Iesu, del direttore centrale anticrimine, Francesco Messina e dei colleghi dei due caduti.

Medaglia d’argento al Valor Civile e promossi alla qualifica superiore, i due sovrintendenti della Polizia di Stato, in forza al Reparto prevenzione crimine “Piemonte e Valle d’Aosta”, persero la vita in un incidente stradale durante l’inseguimento di un’auto che non si fermò all’alt di un posto di blocco nell’ambito di un’operazione di contrasto al “clan dei Casalesi”, dopo la strage che provocò la morte di 7 persone.

Il prefetto Gabrielli, al termine della cerimonia, ha espresso il suo pensiero: "Tutte le volte che ricordiamo le persone che, meglio e prima di noi, hanno saputo interpretare la missione loro affidata, lo facciamo all'interno dei nostri uffici, perché queste modalità, poco formali, acquisiscono un valore particolare. Coloro che lavoreranno in questi uffici, utilizzeranno questa sala, non potranno non rivolgere un pensiero a queste persone, al loro sacrificio e a quello che devono trasmettere ad ognuno di noi".

Intitolazione sala multifunzionale Rossi e AlighieriNella sala multifunzionale si svolgono quotidianamente videoconferenze o riunioni, per pianificare, grazie a tecnologie all’avanguardia, le attività dei circa 20mila poliziotti assegnati al controllo del territorio: Reparto volanti, Reparti prevenzione crimine e Unità operative di primo intervento (Uopi).

27/09/2019
Parole chiave:
Franco Gabrielli - Caduti - dac