i nuovi distintivi di qualifica

Mafia: a Palermo 26 arresti nel mandamento Brancaccio

 

Ventisei persone sono finite in manette, questa mattina, nell’operazione della Squadra mobile di Palermo nei confronti del mandamento mafioso di Brancaccio.  

Gli arrestati sono accusati di associazione di tipo mafioso, estorsione, trasferimento fraudolento di valori, autoriciclaggio, detenzione stupefacenti ai fini di spaccio e contrabbando di tabacchi.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Palermo su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia e arriva alla fine di un’indagine condotta in particolare sulla famiglia di Corso dei Mille.

Tra gli arrestati anche i capi della “famiglia” che in breve tempo sono riusciti a riorganizzare le fila del gruppo mafioso che nel luglio del 2017 venne sciolto nell’operazione “Maredolce”.

La loro leadership è emersa sin dalle prime intercettazioni e ha trovato riscontro nella capacità di mantenere stabili i rapporti con autorevoli esponenti di Cosa Nostra.

La droga, il business delle slot machine, il controllo di alcune case di riposo, le estorsioni sono soltanto alcuni degli interessi perseguiti dagli affiliati e documentati dalle indagini degli investigatori.
I destinatari del provvedimento esercitavano un capillare e rigoroso controllo del territorio anche nei confronti della microcriminalità predatoria, assoggettata all´ “autorità” mafiosa.
Nel corso dell´operazione sono stati sequestrati beni per un valore di circa un milione di euro.

Olivia Petillo

02/07/2019