Accordo tra Polizia e Zecca dello Stato per il contrasto dei crimini informatici

CONDIVIDI

È stato firmato a Roma l’accordo tra Polizia di Stato e l’Istituto poligrafico e Zecca dello Stato, per la prevenzione e il contrasto dei crimini informatici che hanno per oggetto i sistemi e i servizi informativi di particolare rilievo per il Paese, quali infrastrutture critiche di interesse nazionale.

La convenzione è stata firmata dal capo della Polizia Franco Gabrielli e dall’amministratore delegato dell’Istituto Poligrafico Paolo Aielli e rientra nell’ambito delle direttive impartite dal ministro dell’Interno per il potenziamento dell’attività di prevenzione alla criminalità informatica attraverso accordi con gli operatori che forniscono prestazioni essenziali.

 La Polizia postale è quotidianamente impegnata a garantire l’integrità e la funzionalità della Rete informatica delle strutture di livello strategico per la nazione attraverso il Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture Critiche (Cnaipic).

Il Cnaipic, che da anni si occupa della tutela delle reti informatiche di realtà sia pubbliche che private, di rilievo nazionale e di importanza strategica per il Paese, risulta quindi essere uno strumento necessario di collaborazione e di condivisione delle informazioni su tutto il territorio nazionale.

L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato realizza e sviluppa sistemi per la sicurezza e per la garanzia della fede pubblica, attraverso tecnologie all’avanguardia che garantiscono l’identità fisica e digitale dei cittadini, avvalendosi di sofisticati sistemi di anticontraffazione e tracciabilità

Queste attività richiedono dei livelli di sicurezza sempre più elevati, a garanzia dell’integrità dei sistemi informatici, tecnologici e delle reti telematiche.

Alla firma della convenzione erano presenti per il dipartimento della Pubblica Sicurezza, il direttore centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, Armano Forgione e il direttore del servizio Polizia postale e delle Comunicazioni, Nunzia Ciardi.
Mentre per l’Istituto poligrafico e Zecca dello Stato il responsabile direzione sistemi di prevenzione e tutela aziendale, Marco Ferraro e il responsabile Affari istituzionali e comunicazione, Sabrina Romani.

30/05/2019