i nuovi distintivi di qualifica

Nuoro: fermata banda di rapinatori

Erano pronti a entrare in azione per rapinare anziani, ma tra le loro “attività” non escludevano lo spaccio di droga e il traffico di armi: i componenti di un gruppo criminale sono stati arrestati, questa mattina, dalla Squadra mobile di Nuoro, in collaborazione con quella di Sassari e con il commissariato di Olbia.

Quattordici le persone coinvolte nell’indagine degli investigatori; 2 sono state già arrestate per aver portato a termine un attentato dinamitardo a scopo estorsivo nel febbraio scorso, a Nuoro.
L'attentato era nei confronti del titolare dell'agenzia Europcar della città.

Delle 12 persone finite in manette oggi, 6 sono state messe ai domiciliari mentre le restanti condotte in carcere.

Grazie alle intercettazioni e ai pedinamenti, gli investigatori hanno scoperto che i malviventi organizzavano i loro piani a danno delle vittime, anziani in particolare, approfittando proprio della minore capacità difensiva.

Per esempio utilizzavano il “trucco” del distacco della corrente elettrica per obbligare il proprietario di casa a uscire per verificare il contatore esterno e permettere loro di effettuare un sopralluogo indisturbati.

Ma oltre alle rapine, il gruppo, attivo anche nella provincia di Sassari, in particolare lungo la costa  si occupava di traffico di armi e droga.

Numerosi sono stati i sequestrati di marijuana, eroina, cocaina e anche oppio.

Le operazioni si sono svolte con il supporto operativo delle pattuglie del Reparto prevenzione crimine e delle unità cinofile della Polizia di Stato e di un'unità cinofila cash-dog della Guardia di finanza di Ventimiglia.

Olivia Petillo

29/06/2018


Parole chiave:
nuoro - rapinatori - truffe anziani - droga