Roma: focus sui Reparti mobili

Si è svolto, questo pomeriggio, alla presenza del ministro dell’Interno Marco Minniti e del capo della Polizia Franco Gabrielli presso il Polo anticrimine tuscolano, a Roma, il dibattito su “Il contributo dei Reparti mobili della Polizia di Stato nella gestione dell’ordine pubblico”.

Nel corso del convegno sono state approfondite le varie tappe che hanno contribuito all’evoluzione dei 15 Reparti mobili specializzati nella tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica in Italia.

Sono state ripercorse, anche grazie alla proiezione di un filmato, le più recenti e complesse manifestazioni di piazza svoltesi in Italia, le modalità di impiego e gli strumenti a disposizione dei Reparti mobili.

Il focus del convegno si è concentrato sulla formazione e sull’addestramento dei poliziotti che appartengono a questo settore, sull’utilizzo dei mezzi speciali, degli strumenti tecnologici e sui criteri d’impiego, nonché sui numeri che hanno contraddistinto l’anno appena trascorso.

In ambito nazionale è stato registrato il movimento di 656.549 mila unità dei Reparti per fronteggiare le esigenze relative ai diversi eventi quali: flussi migratori extracomunitari dal Nord Africa e dal Medio Oriente; lo svolgimento del Summit G7 di Taormina; e i vertici ministeriali che hanno interessato molte città italiane.

Senza dimenticare la mobilitazione del Movimento NO TAV in Val Susa e la protesta ambientalista del Movimento NO TAP in provincia di Lecce e la gestione dell’ordine pubblico in occasione degli incontri di calcio.

All’evento hanno preso parte i vertici del Dipartimento della pubblica sicurezza, i comandanti generali dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di finanza e della Polizia penitenziaria, Giorgio De Rita, segretario generale del Censis e Marcello Sorgi, editorialista del quotidiano La Stampa.

Olivia Petillo

16/04/2018