Violenza sulle donne: per San Valentino con il camper di “…Questo non è amore”

 

Le donne che subiscono atti di violenza hanno un modo in più per parlarne attraverso il Progetto della Polizia di Stato “…Questo non è amore”.

Già negli anni scorsi l’iniziativa aveva riscosso un notevole successo con la partecipazione da parte dei cittadini. Per oggi, San Valentino, l’iniziativa ha previsto la presenza in molte città italiane di spazi di accoglienza come camper, gazebo, pullman e stand.

Nei luoghi più frequentati delle nostre città, e all’interno degli spazi allestiti ci saranno operatori specializzati pronti ad accogliere e aiutare le persone vittime di tali comportamenti e per sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi della violenza di genere.

In questa giornata speciale contro la violenza sulle donne vi elenchiamo alcune città che oggi aderiscono all’iniziativa:

a Roma il camper sosta in piazza Alfonso Capecelatro nel quartiere Primavalle, nel parco intitolato alla memoria di Anna Bracci, nota come Annarella, uccisa a soli 12 anni nel 1950; personale specializzato questa mattina, in zona La Rustica precisamente presso l’istituto comprensivo piazza De Cupis, incontra alunni e professori; 

a Perugia a partire dalle 14, l’appuntamento è presso il centro commerciale Quasar di Corciano dove è presente anche personale sanitario della Polizia di Stato in grado di offrire ascolto e supporto psicologico ed emotivo;

a Cosenza il camper staziona in Piazza XI Settembre, dalle 14 alle 20, dove è possibile incontrare un’equipe multidisciplinare composta da appartenenti all’Ufficio Sanitario, Squadra mobile, Divisione anticrimine e ufficio denunce. All’iniziativa partecipano anche i rappresentanti delle Associazioni che si occupano del fenomeno;

a partire dalle ore 9 fino alle ore 13, la questura di Brescia è presente all’interno del centro commerciale “Freccia Rossa” con uno staff, costituito da un medico della Polizia di Stato, un operatore della Squadra mobile, un operatore della Divisione anticrimine, specializzato in materia di “violenza di genere”. All’iniziativa bresciana partecipano anche i rappresentanti della associazione " Casa delle donne" che si occupano del fenomeno;

a Gorizia, la Questura, in collaborazione con la polizia stradale, ha allestito in via Garibaldi, dalle 10 alle 13, uno stand il cui obiettivo è appunto quello di informare e sensibilizzare i cittadini sul tema della violenza nei confronti delle donne;

l'appuntamento a Udine, dalle 13 alle 19, è in Largo delle Grazie;

a Isernia a partire dalle ore 10, personale della questura specializzato sui reati di genere e operatori del “Centro Ascolto” di Rionero Sannitico (Isernia), incontrano la cittadinanza in Piazza Celestino V per illustrare i pericoli, i segnali da non sottovalutare e le possibili alternative che si presentano alle vittime di violenza;

a Napoli, in via Scarlatti, è presente il camper della Questura, dove un operatore esperto della Squadra mobile e della sezione minori, un operatore dell’ufficio denunce, un esperto della divisione anticrimine e un medico-psicologo dell'ufficio sanitario della Polizia di Stato forniranno ogni utile supporto e consiglio ai problemi delle donne vittime di qualsiasi forma di violenza, fisica e psicologica.

Ricordiamo che chiunque avesse bisogno di un consiglio, di un chiarimento, di un riferimento, o volesse denunciare un episodio di cui si sente vittima, potrà farlo con la massima riservatezza e in qualsiasi momento del giorno o della notte, rivolgendosi a un qualunque ufficio di Polizia.

Olivia Petillo

14/02/2018