Roma: traffico internazionale di oppio dall’Iran, 9 arresti

Scoperta a Roma un’organizzazione specializzata nel traffico di oppio dall’Iran: 9 persone sono finite in manette dopo un’indagine della Sezione di polizia giudiziaria aliquota della Polizia di Stato presso la Procura della Repubblica di Roma.

Gli indagati, tutti di nazionalità iraniana, sono accusati di traffico internazionale di stupefacenti.  

L’attività investigativa ha evidenziato un primo gruppo di persone che operavano sul territorio romano; attraverso queste è stato possibile risalire anche agli altri spacciatori attivi nel territorio toscano. Molti di loro erano persone perfettamente inserite nel contesto sociale in qualità di imprenditori nell’ambito del commercio di abbigliamento.  

Gli investigatori sono riusciti ricostruire l’intero tragitto della sostanza stupefacente che entrava in Italia attraverso il confine marittimo di Trieste, con dei Tir, imbarcati dalla Turchia.

L’oppio è una sostanza che contiene elevati principi attivi riconducibili a sostanze alcaloidi quali la morfina e veniva commerciato all’interno di una sorta di “mercato chiuso”, i cui venditori ed acquirenti erano quasi esclusivamente cittadini di nazionalità iraniana.

L’operazione di questa mattina coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma, è stata effettuata con la collaborazione delle Squadre mobili di Firenze e Arezzo, della polizia di frontiera di Firenze e del commissariato di Montecatini (Pistoia).

01/12/2016


Parole chiave:
squadra mobile - Roma - stupefacenti - droga