Francesco Crispo Moncada

Nasce a Palermo nel 1867.

Entra nell'Amministrazione dell'Interno nel 1891.

E' nominato prefetto nel 1920.

Prefetto di Treviso e Torino, è nominato Capo della Polizia il 18 giugno 1924.

Durante la sua gestione sono intensificate le misure per il controllo politico e sociale. Istituisce il Servizio speciale d'investigazione politica. In seguito impone ai prefetti l'obbligo di inviare relazioni semestrali sulle agitazioni sovversive e in generale sull'attività dei partiti.

Dà un contributo decisivo alla ricostituzione del Corpo degli Agenti di Pubblica Sicurezza, facendo emanare due decreti. Il primo riguarda gli agenti investigativi che ritornano alle dipendenze del ministero dell'Interno, dopo che con la soppressione del corpo voluta da Nitti erano stati immessi nell'Arma dei Carabinieri. Con il secondo decreto invece è ricostituito il Corpo degli Agenti di Pubblica Sicurezza.

Dopo il 1925 si susseguono gli attentati a Mussolini e inizia per Moncada un periodo difficile. Il ministro dell'Interno e il Capo della Polizia sono pesantemente criticati perché solo per casualità gli attentati non riescono fino in fondo.

E' sostituito nel settembre 1926.

20/01/2011
(modificato il 10/05/2019)


Parole chiave: