Francesco Leonardi

Francesco LeonardiNasce a Vo (Trento) nel 1840

Entra nell'amministrazione dell'Interno nel 1868 e percorre tutti i gradi della carriera fino alla nomina nel 1893 a capo della divisione di polizia giudiziaria e amministrativa, carica che equivale al rango di vicario.

Su impulso del nuovo ministro dell'Interno Pelloux elimina la riforma della polizia voluta dal suo predecessore. Riporta le caserme dei carabinieri all'interno della città e ripristina i compiti che aveva l'Arma prima della riforma. Istituisce il ruolo di commissario capo della P.S. nella capitale e toglie ai commissari distrettuali il grado di sottoprefetto. Affida la direzione dei commissariati di Roma a funzionari con grande esperienza e professionalità. Risultato: diminuzione dei crimini nella capitale.

Il regicidio di Umberto I, che era già scampato a due attentati, sconvolge nuovamente la scena politica e viene richiesta a gran voce una riforma strutturale della polizia che preveda anche miglioramenti economici per il personale.

Il prof. Ottolenghi, allievo di Lombroso fondatore della criminologia scientifica, tiene un corso di polizia scientifica per i suoi studenti dell'Università di Siena e presenta a Leonardi un progetto per la formazione scientifica rivolto ai funzionari di P.S..

Nel 1902 in un locale del carcere Regina Coeli a Roma si tiene un corso sperimentale. Visti i buoni risultati, istituisce la Scuola di Polizia Scientifica. Nel 1903 è adottato il cartellino segnaletico e nel 1905 viene introdotto un innovativo metodo di classificazione delle impronte digitali, superiore per semplicità e caratteristiche funzionali a quelli in uso negli altri paesi europei.

Nel 1907 istituisce i gabinetti di polizia scientifica in tutte le questure e estende la frequenza dei corsi anche agli ufficiali dei carabinieri.

Presso le ferrovie istituisce i commissariati compartimentali, da cui nascerà la prima specialità della Polizia Ferroviaria, intuendo che specializzare il personale nei vari settori avrebbe consentito una serie di miglioramenti nella professionalità degli operatori.

Altre novità sono l'istituzione del posto di vice direttore generale della P.S. che deve essere assegnato d'obbligo a un funzionario di Pubblica sicurezza.

Muore il 24 febbraio 1911 quando è ancora in servizio.

20/01/2011
(modificato il 10/05/2019)


Parole chiave: