Poliziamoderna: a Roma celebrati i 70 anni della rivista

CONDIVIDI

Poliziamoderna, la rivista ufficiale della Polizia di Stato ha compiuto 70 anni e per celebrare questo evento è stata organizzata, questa mattina, una cerimonia a Roma nella sala del Tempio di Adriano sede della Camera di commercio, alla presenza del capo della Polizia Franco Gabrielli.

Durate la celebrazione, moderata dal direttore della rivista Annalisa Bucchieri, sono intervenuti il giornalista Paolo Mieli, il giornalista  e vice direttore dell’AGI Paolo Borrometi, il fondatore dell’agenzia fotografica “Contrasto” Roberto Koch ed il fondatore dell’agenzia pubblicitaria “Inarea” Antonio Romano.

Nel suo primo intervento il prefetto Gabrielli ha sottolineato che la rivista “È piena della nostra vita e della vita del nostro Paese perché ha seguito l’evoluzione della nostra Amministrazione e del nostro Paese in momenti belli ma anche in anni difficili”.

In platea erano presenti gli ex direttori della rivista, gli abbonati storici, gli atleti dei gruppi sportivi delle Fiamme oro, i rappresentanti dell’Anps e i vari collaboratori.

Prima delle parole conclusive del prefetto Gabrielli, la moderatrice ha lasciato la parola a Paolo Cortis, direttore del Fondo assistenza per il personale della Polizia di Stato, ufficio che gestisce anche il “Piano Marco Valerio”.

Il Piano è riservato ai figli dei poliziotti, affetti da gravi patologie ed è destinatario dell'intero incasso degli abbonamenti della Rivista.

Il capo della Polizia ha chiuso l’evento sottolineando come “Il nome della rivista segna questa nostra grande forza identitaria e chi lo ha immaginato è stato lungimirante. Il mio primo desiderio è che questa identità venga mantenuta negli anni come fatto in questi 70 anni. La rivista ci aiuta a percorrere la nostra mission che è quella di servire ed essere vicini alle comunità. Più si è forti nella propria identità più si è inclusivi e vicini al nostro Paese”.

25/10/2019
(modificato il 26/10/2019)