i nuovi distintivi di qualifica

Baby gang: violenze sessuali di gruppo, 6 ragazzi in comunità

Bullismo, violenza sessuale di gruppo, adescamento di minori, violenza privata, pornografia minorile. Le vittime sono quattro ragazzine una delle quali all'epoca dei fatti non aveva ancora compiuto 13 anni. I responsabili dei diversi episodi, sei minori, sono stati fermati dai poliziotti della Squadra mobile e condotti in comunità.

Le indagini sono scaturite da una segnalazione fatta dagli operatori di "Sos Telefono Azzurro", riguardante una presunta aggressione a sfondo sessuale e numerose molestie, anche telefoniche, subìte da una ragazza minorenne da parte di un suo coetaneo. La vittima denunciò diversi episodi di condotte moleste contro di lei e contro altre due minorenni.

Il racconto della ragazza veniva confermato dai filmati degli impianti di videosorveglianza e dall’analisi del traffico dati delle utenze telefoniche dei ragazzi.

In relazione alle condotte di bullismo di cui si era reso responsabile un ragazzo, durante le scuole medie, tutte le vittime hanno confermato di aver subito ripetuti insulti, minacce gravi e aggressioni fisiche.

Dalla ricostruzione dei fatti in una decina di episodi, la tredicenne è stata adescata con l'inganno dal ragazzo autore degli atti di bullismo, con l'intento di ottenere un incontro a sfondo sessuale insieme agli amici.

Donatella Fioroni
 

10/05/2019
(modificato il 16/05/2019)