La Banda musicale protagonista al Lingotto di Torino

Continuano le celebrazioni per i 90 anni della Banda musicale della Polizia di Stato con un altro concerto, dopo quello alla Scala di Milano del 27 ottobre, questa volta a Torino.

Questa sera, nella magnifica cornice del complesso fieristico del Lingotto, la Banda musicale si è esibita, diretta dal maestro Maurizio Billi (foto).

E proprio a Torino, all’interno degli ex stabilimenti della Fiat, nell’auditorium Giovanni Agnelli, prima del concerto, è stato presentato il libro fotografico “Polizia e motori - La lunga strada insieme”. Il volume, realizzato dalla Polizia con il prezioso contributo del giornalista di "Quattroruote" Emanuele Murino che ha curato le presentazioni dei singoli mezzi e le didascalie, è stato illustrato alla presenza del capo della Polizia Franco Gabrielli e del presidente di Fca John Elkann (video) (foto).

L’incontro, moderato dal giornalista Massimo Giletti, si è concluso con la proiezione di un video che ripercorre la storia delle auto fino ai giorni nostri.

“Questo libro ci permette di ripercorrere un cammino storico” così afferma il capo della Polizia nella prefazione, “Le immagini che impreziosiscono le pagine del libro non raccontano semplicemente di motori ma anche di strumenti di lavoro”. E sottolinea che “Nessuno di questi mezzi, neppure il più all’avanguardia, sarebbe in grado di operare senza la guida delle donne e degli uomini della Polizia di Stato che, con scrupolo e professionalità, si dedicano ogni giorno alla sicurezza del Paese”.

"La Ferrari per la Polizia di Stato nasce perché si aveva bisogno di auto ad alte prestazioni per catturare i cattivi - ha detto il capo della Polizia durante la presentazione - Oggi le auto a piu alte prestazioni le usiamo anche per trasporto organi e per salvare vite. Per noi il legame con la strada è rappresentato anche e soprattutto dalla Polizia stradale, che negli anni ha avuto il maggior numero di caduti in servizio. 'Polizia e Motori - La lunga strada insieme' sta a significare la storia di strumenti con cui i nostri uomini e donne passano gran parte del loro tempo sul lavoro, sono parte della nostra esistenza, e sono orgoglioso di condividere parte della nostra storia con Fca che è storia importante del nostro Paese".

"Sono rimasto sorpreso dalla Ferrari e dalla Jeep Willys della Polizia di Stato - ha detto il presidente di Fca John Elkann - sono auto fantastiche che mi hanno meravigliato. Il Fullback che abbiamo fornito alla Polizia scientifica è una sorta di piccola fabbrica su ruote, che dimostra il forte legame tra Fiat, oggi Fca, e la Polizia di Stato".

Il libro sarà disponibile presso il Museo delle Auto della Polizia di Stato, che si trova a Roma in via dell'Arcadia, e in occasione della fiera "Più libri più liberi", presso La Nuvola a Roma, allo stand di Poliziamoderna.

Al termine della presentazione del libro, il testimone è passato alla giornalista Emma D’Aquino, che ha presentato la parte clou della serata con il concerto della Banda musicale.

I musicisti della Banda hanno suonato, tra gli altri, brani in omaggio a Ennio Morricone, accompagnati dalla voce della cantante gospel Sherrita Duran. L’interprete americana ha cantato anche un’emozionante versione di Hallelujah di Leonard Cohen; a conclusione l’orchestra ha eseguito un medley di canzoni natalizie di Mohr e Berli (programma).

La serata si è conclusa, come di consueto, con l’esecuzione del Canto degli Italiani, il nostro inno nazionale.

Durante il suo intervento conclusivo, il prefetto Gabrielli ha detto: "Anche stasera abbiamo dimostrato che le nostre donne e i nostri uomini in divisa, che suonano strumenti, sono uno strumento e un veicolo per riaffermare i valori, le cose in cui crediamo, e che la musica avvicina, riesce a far comprendere chi siamo, in che cosa crediamo, e le cose che onoriamo ogni giorno, sulla strada, nei nostri uffici, per garantire al nostro Paese la sicurezza, ma anche la tranquillità, che, credo, sia la cornice nella quale ognuno di noi ha diritto di vivere".

In platea, l’evento è stato seguito dai familiari dei poliziotti feriti o morti in servizio e dagli abbonati storici di Poliziamoderna, la rivista ufficiale della Polizia di Stato. Presenti, inoltre, 350 studenti delle scuole superiori torinesi, una rappresentanza di studenti del Politecnico, appartenenti all’Associazione nazionale della Polizia di Stato (Anps) e 200 allievi agenti della Scuola di Polizia di Alessandria.

Seguiteci sui nostri canali social: Instagram e Facebook con Poliziadistato  Agente Lisa e Twitter attraverso gli hastag #90bandamusicale e #PoliziaeMotori.

06/12/2018
(modificato il 07/12/2018)