Violenza di gruppo a Cremona, tre arresti

È stato il fidanzato a tendere la trappola alla ragazza di vent'anni, violentata da lui e da due suoi complici in uno stabile dismesso alla periferia di Crema. Il fatto è avvenuto il 25 maggio e i tre sono stati arrestati dagli agenti del commissariato di Crema insieme a quelli della questura di Cremona a seguito di indagini partite dal referto del pronto soccorso e dal racconto della vittima.

L'uomo, che ha attirato la giovane all’interno di uno stabile abbandonato di Crema, aveva da tempo una relazione con lei.

Dalle ricostruzioni fatte dai poliziotti, il fidanzato avrebe portato la ragazza in un bar, le avrebbe fatto bere alcol così da stordirla. Subito dopo i due sarebbero andati insieme nel capannone ex Everest dove ad attenderli c'erano i due complici. Lì gli uomini hanno abusato ripetutamente della ventenne.
Terminata la violenza di gruppo i tre se ne sono andati, lasciando sola la vittima che, dopo essersi ripresa dallo shock, è andata al pronto soccorso. Qui i sanitari hanno riscontrato chiari segni di violenza sessuale ed è subito scattata la segnalazione al commissariato.

"Ha fornito dettagli ed elementi importanti ai fini delle indagini - ha spiegato il questore di Cremona Gaetano Bonaccorso - Grazie alla sua descrizione abbiamo individuato il luogo e rintracciato i colpevoli”.

Donatella Fioroni

05/06/2017
(modificato il 12/04/2019)


Parole chiave:
violenza sessuale - cremona