"Tutti al mare": in Salento una spiaggia dedicata ai disabili

CONDIVIDI

Un progetto fortemente voluto da un giovane poliziotto che, per sua sfortuna, ha dovuto lasciare il suo lavoro troppo presto poiché costretto alla totale immobilità da una grave malattia invalidante, la Sla.

È Gaetano Fuso, salentino di 40 anni, che non si è piegato alla sua malattia ed ha lottato ogni giorno per portare avanti un suo progetto: creare ambienti favorevoli per soddisfare i bisogni e realizzare le aspirazioni di coloro che vivono disabilità o situazioni critiche in generale.

E proprio per dare il massimo sostegno a Gaetano, il capo della Polizia Franco Gabrielli ha firmato questo pomeriggio presso il teatro Apollo di Lecce, una convenzione tra il Dipartimento della pubblica sicurezza e l’Associazione 2HE- Center for Human Health and Enviroment che ha portato avanti il progetto “La terrazza - Tutti al mare” (Video) nato proprio da un’idea dell’assistente capo della Polizia di Stato Gaetano Fuso.

"Gaetano è un richiamo per tutti - ha detto il prefetto Gabrielli durante il suo intervento - per la forza, la determinazione e la passione che chi ama veramente la polizia mette a disposizione a prescindere dalla sua condizione, e credo che la condizione di Gaetano parli più di ogni altra cosa. Oggi noi come Polizia ci siamo, per testimoniare la nostra vera missione, che è quella di stare vicini alla gente".

Il progetto rientra nell’ambito del più ampio progetto “Io Posso” dell’Associazione 2HE e prevede la possibilità di garantire l’accesso ad un tratto di spiaggia libera, nella zona balneare di San Foca, nel comune salentino di Melendugno (Lecce) a persone con gravi disabilità motorie.

Per la stagione estiva 2017, dal prossimo mese di giugno e fino al mese di settembre, grazie alla sottoscrizione del Protocollo di intesa di oggi, l’Associazione 2HE potrà contare sull’assistenza degli agenti della Polizia di Stato appartenenti ai Gruppi sportivi delle Fiamme oro per il salvamento nonché per la vigilanza e la sicurezza nel mare.

Il progetto è stato realizzato con il comune di Melendugno e il contributo dell’Asl di Lecce. Inoltre gode del patrocinio di "Libera" Associazione contro le mafie.

All’evento di oggi pomeriggio, moderato dal giornalista Marcello Favale, hanno partecipato, anche il prefetto Filippo Dispenza direttore centrale per gli Affari generali della Polizia di Stato e don Luigi Ciotti fondatore di "Libera".

25/05/2017
(modificato il 26/05/2017)
Parole chiave:
lecce - disabili - spiaggia - Franco Gabrielli