i nuovi distintivi di qualifica

Quanto hai bevuto? Scoprilo con una tabella

Bicchiere di vinoUna donna che pesa 45 chili e, a stomaco vuoto, beve una birra normale (non leggera) può già superare il limite legale di alcol nel sangue, così come può succedere a un uomo di 70 chili che, senza aver mangiato, beve una birra al doppio malto. Le tabelle per poter calcolare, indicativamente, il proprio tasso alcolemico sono esposte in tutti i pub e i locali dove si vendono bevande alcoliche. L'obbligo per i gestori di esporre tali tabelle è previsto dal decreto legge 117 del 3 agosto 2007 (come modificato dalla legge di conversione 160 del 2 ottobre 2007) e ha come pena la chiusura del locale da 7 a 30 giorni.

Sesso, peso e cibo, fattori che influiscono

Le tabelle che permettono ai frequentatori di pub di rendersi conto di quello a cui vanno incontro assumendo determinate bevande sono invece contenute in un decreto del ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.210 dell' 8 settembre 2008. In realtà i valori e le indicazioni contenute nelle tabelle sono solo indicativi e si riferiscono all'alcol assunto negli ultimi 60/100 minuti. La stima inoltre dipende da vari fattori tra cui il sesso, il peso, il cibo e ovviamente l'alcol ingerito ma "non esistono livelli di consumo alcolico sicuri alla guida" viene specificato nell'allegato n.2 del decreto. L'obiettivo vuole essere quello di aiutare i ragazzi e i frequentatori di locali a fare un'autovalutazione e prevenire così i numerosi incidenti stradali che ogni fine settimana si verificano a causa della guida in stato d'ubriachezza. È chiaro però che oltre ai fattori sopra citati ce ne sono molti altri personali (salute, assunzione di farmaci o droghe, eccetera) che possono influire sul tasso alcolemico.

Dalla nausea al coma

In un altro allegato del decreto (n.1) vengono invece descritti le sensazioni più frequenti e gli effetti legati ai diversi livelli di concentrazione di alcol nel sangue. Tra gli effetti meno gravi si evidenziano: alterazione dei riflessi e della capacità di reazione agli stimoli; riduzione della visione laterale e della capacità di individuare oggetti in movimento, nausea ed eccitazione emotiva. Tra i più gravi invece: difficoltà di respiro, sensazione di soffocamento, stato d'incoscienza e coma. Anche in questo caso viene spiegato però che, a parità di alcol assunto, sensazioni ed effetti sono estremamente variabili da soggetto a soggetto.

Barman informati: un aiuto in più

Per meglio raggiungere lo scopo informativo e perchè non diventi solo un adempimento formale un terzo allegato del decreto chiarisce i modi in cui devono essere esposte le informazioni contenute nelle tabelle. Oltre alla grandezza dei caratteri, all'uso di immagini e di colori per rendere più chiari e leggibili i contenuti è opportuno che titolari e gestori di locali formino il personale perché sia d'aiuto nella corretta interpretazione delle tabelle e sensibilizzandolo a una somministrazione responsabile delle bevande alcoliche.

22/09/2008
(modificato il 24/09/2008)


Parole chiave:
Stradale