Bullismo: una mail per segnalare soprusi

Ragazzi che litigano in un cortile di una scuolaDopo Nuoro e Manduria (in provincia di Taranto) il problema del bullismo porta anche la questura di Mantova a dire stop al fenomeno che coinvolge i ragazzi di tutta Italia e che nella maggior parte dei casi si traduce in episodi di violenza, derisioni, umiliazioni, lesioni e minacce.

"Troppe sono le vittime e troppo è il silenzio", si legge sulla pagina web della questura di Mantova che proprio per questo motivo ha scelto di mettere a disposizione dei ragazzi un indirizzo e-mail per fare segnalazioni, chiedere spiegazioni e chiarimenti in forma totalmente anonima. Per parlare con la Polizia di Mantova si può scrivere a: urp.mn@poliziadistato.it

L'obiettivo è quello di evitare che prevaricatori e vittime restino fissati, anche in futuro, ai ruoli assunti nella fase adolescenziale e quindi anche quello di aiutare le vittime a fronteggiare i soprusi. E proprio per dire no alle violenze tra i banchi di scuola e sì alla legalità e al rispetto è stato siglato questo protocollo d'intesa tra questura, provincia, comune e ufficio scolastico provinciale per unire le forze e affrontare il bullismo in sinergia.

Sul nostro sito una sezione di consigli e guide su come affrontare prevaricazioni e soprusi e le risposte di esperti della Polizia alle domande rivolte nel corso di un forum online.

13/02/2008
(modificato il 14/07/2008)


Parole chiave: