Atleta Sezione Paralimpica Fiamme Oro

CONDIVIDI

paralimpici_fiamme_oro

Si accede tramite concorso pubblico, per titoli. Il bando viene pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4^ serie speciale “Concorsi ed Esami”.

REQUISITI

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • qualità di condotta previste dalle disposizioni di cui all’art. 26, della legge 1° febbraio 1989, n. 53;
  • idoneità all’attività sportiva agonistica riferita alla disciplina sportiva per la quale concorrono, ai sensi dell’art. 5, comma 3, del decreto ministeriale 23 giugno 2022, n. 103;
  • idoneità attitudinale al servizio di polizia da accertare in conformità alle disposizioni contenute nel decreto ministeriale 23 giugno 2022, n. 103;
  • essere riconosciuti dal C.I.P. atleti di interesse nazionale e paralimpico;
  • essere tesserati presso le Federazioni sportive nazionali riconosciute dal C.I.P. ed essere in possesso di almeno uno dei titoli sportivi paralimpici previsti dal bando.

LIMITI Dl ETÀ

Aver compiuto il 17° anno di età e non aver compiuto il 35° anno di età alla data di scadenza del bando.

TITOLO Dl STUDIO

Diploma di istruzione secondaria di 1° grado o equipollente.

CONDIZIONI OSTATIVE

Non sono ammessi a partecipare ai concorsi coloro che sono stati per motivi diversi dall’inidoneità psicofisica espulsi o prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o nelle Forze di polizia, ovvero destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una pubblica amministrazione, destinatari della misura accessoria dell’estinzione del rapporto di impiego prevista dall’articolo 32-quinquies del codice penale, licenziati dal lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare; non sono, altresì, ammessi coloro che hanno riportato condanna anche non definitiva per delitti non colposi, che hanno subito sentenze di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 c.p.p., o che hanno assunto la qualità di imputato in procedimenti penali per delitti non colposi per i quali sono sottoposti a misura cautelare personale, o lo sono stati senza annullamento della misura, ovvero assoluzione o proscioglimento o archiviazione anche con provvedimenti non definitivi.

Non sono, altresì, ammessi a partecipare ai concorsi coloro che:

a. sono stati dimessi o espulsi per motivi penali o disciplinari da uno dei corsi di formazione finalizzati all’immissione nei ruoli o nelle carriere della Polizia di Stato;

b. sono stati destinatari della sanzione disciplinare della sospensione dal servizio o dall’impiego ovvero nei cui confronti risulti ancora pendente il procedimento disciplinare per l’irrogazione della stessa sanzione;

c. in analogia al disposto dell’articolo 93 del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, sono o sono stati sospesi, a qualsiasi titolo, cautelarmente dal servizio per motivi penali o per motivi disciplinari per fatti per i quali è ancora pendente il giudizio penale o disciplinare; resta ferma la previsione contenuta nell’articolo 94 del decreto del Presidente della Repubblica n. 3 del 1957.

MODALITÀ Dl SELEZIONE - FASI CONCORSUALI

ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI

I candidati saranno sottoposti a:

  • Accertamenti psico-fisici: i candidati sono sottoposti da parte della commissione medica ad una visita consistente in:

         - raccolta anamnestica;

         - esame obiettivo generale;

         - esami di laboratorio per la ricerca di sostanze psicoattive;

         - valutazione psichiatrica.

  • Accertamenti attitudinali: l’accertamento dell’idoneità attitudinale è diretto ad accertare, secondo la tab. B del regolamento 103/22, l’idoneità del candidato ai soli fini del servizio di polizia svolto nella «Sezione paralimpica Fiamme Oro» nonché delle attività in sede di reimpiego, la sussistenza dei requisiti attitudinali, previsti dalla normativa vigente, nei limiti di compatibilità con i particolari requisiti psico-fisici previsti.

TITOLI SPORTIVI AMMESSI A VALUTAZIONE

Valutazione dei titoli sportivi certificati dal C.I.P., acquisiti negli ultimi ventiquattro mesi precedenti la data di pubblicazione del bando. La valutazione dei titoli è altresì limitata ai titoli posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di ammissione al concorso.

  1. Paralimpiadi: piazzamento dal 1° al 10° posto a scalare, piazzamento oltre il 10° posto, conseguimento Record Olimpico (fino a punti 40 per il primo posto);
  2. Campionati Mondiali: piazzamento dal 1° al 10° posto a scalare, piazzamento oltre il 10° posto, conseguimento Record Mondiale (fino a punti 35 per il primo posto);
  3. Classifica finale di Coppa del Mondo: piazzamento dal 1° al 10° posto a scalare, piazzamento oltre il 10 posto (fino a punti 30 per il primo posto);
  4. Campionati Europei: piazzamento dal 1° al 10° posto a scalare, piazzamento oltre il 10° posto, conseguimento Record Europeo (fino a punti 25 per il primo posto);
  5. Prove di Coppa del Mondo: piazzamento dal 1° al 10° posto a scalare, piazzamento oltre il 10° posto (fino a punti 15 per il primo posto);
  6. Campionati Italiani: piazzamento dal 1° al 3° posto (fino a punti 10 per il primo posto).

 

CORSO Dl FORMAZIONE 

I vincitori del concorso sono nominati allievi agenti tecnici del ruolo del personale della Polizia di Stato che espleta attività tecnico-scientifica o tecnica e sono ammessi alla frequenza di uno specifico corso di formazione ed applicazione pratica presso la rispettiva “Sezione paralimpica Fiamme Oro” della durata di sei mesi.

Al termine del corso di formazione, superato l’esame finale e ottenuto il giudizio di idoneità al servizio di polizia, prestano giuramento e sono nominati agenti tecnici in prova.

Superato il periodo di prova, da svolgersi presso la “Sezione paralimpica Fiamme Oro” del Centro nazionale Fiamme Oro a cui sono assegnati, gli agenti tecnici in prova sono nominati agenti tecnici.

19/09/2022
(modificato il 28/11/2022)
Parole chiave: