F.A.Q

Le ultime domande

[Domanda n.34138] Ho consegnato la documentazione per il passaporto circa dieci giorni fà, compreso il contrassegno telematico da 40,29: Quando dovrò ritirare i nuovi passaporti (la questura dice che bisogna aspettare ancora qualche giorno) dovrò presentare l'integrazione

Per capire se occorre pagare l'integrazione si deve tenere conto della data di rilascio stampata sul passaporto. Pertanto se la data è antecedente al 24 giugno 2014 va bene il vecchio importo di € 40,29, se invece la data è dal 24 giugno 2014 in poi allora si dovrà corrispondere una integrazione con un contrassegno telematico da € 33,21 per ogni passaporto ancora da ritirare. In questo ultimo caso chiedete quindi all'esercente l'emissione di un contrassegno telematico del valore di € 33.21 che consegnerete all'Ufficio passaporti al ritiro del documento.

[Domanda n.34136] Farò un viaggio all'interno dell'U.E.: devo fare il contrassegno telematico da 73.50 per poter partire?

No, il contributo amministrativo di euro 73.50 riguarda SOLO il primo rilascio. Il contrassegno telematico da 40,29 è stato abolito.

[Domanda n.34134] Ho un passaporto valido fino al 2016 ma privo del Contrassegno telematico: Con la nuova normativa devo pagare 73.50 per poter partire?

No, il contributo amministrativo di euro 73.50 riguarda SOLO il primo rilascio. Il contrassegno telematico da 40,29 è stato abolito.

[Domanda n.34132] Ho un pasaporto con il contrassegno telematico di euro 40.29 già applicato sul passaporto: Devo fare l'integrazione di euro 33,21 per poter partire nell'immediato?

No, il contributo amministrativo di euro 73.50 riguarda SOLO il primo rilascio. Il contrassegno telematico da 40,29 è stato abolito.

[Domanda n.2100] Posso installare dei vetri colorati sulla mia vettura?

Forniamo per completezza un panorama relativo all'uso dei vetri colorati e all'applicazione di pellicole colorate.
La disciplina giuridica dell'uso di vetri colorati sui veicoli si fonda su due atti internazionali: il Regolamento CEE/ONU n. 43, in vigore in Italia dal 13.11.1981, e la Direttiva del Consiglio delle Comunità Europee n. 92/22 del 31.3.1992, relativa ai vetri di sicurezza ed ai materiali per vetri sui veicoli a motore e sui loro rimorchi, recepita in Italia con D.M. 30.3.1994, pubblicato sul supplemento ordinario della Gazzetta Ufficiale 30.4.1994 n.99.
Sia per i parabrezza che per gli altri vetri l'impiego è condizionato al rilascio di una omologazione (ai sensi del reg. ECE/ONU o della Dir. CEE/92), a fronte dell'accertamento di caratteristiche costruttive (tipo di materiali, tecniche di lavorazione,..), di resistenze agli urti e agli agenti atmosferici, di qualità dell'immagine e della trasparenza. Tutti i vetri omologati recano il marchio di omologazione "E" se conformi alla direttiva CEE/92, il marchio "e" se conformi al reg. ECE/ONU, il numero di omologazione e la classificazione del vetro.
In senso più generale ciascun vetro deve rispondere a requisiti di trasparenza dell'immagine, non deve provocare alcuna deformazione notevole degli oggetti visti in trasparenza, né alcuna confusione tra i colori impiegati nella segnaletica stradale (quest'ultima circostanza riguarda solo i parabrezza). La colorazione del vetro è ammessa nel rispetto delle specifiche tecniche indicate dai due atti internazionali.
Le pellicole colorate, viceversa, non sono oggetto nè di normative internazionali, nè di disposizioni interne all'Unione Europea. Peraltro alcuni Paesi dello Spazio economico europeo hanno adottato normative nazionali che disciplinano l'approvazione di pellicole colorate e la loro applicazione.
Per quanto precede è vietato apporre pellicole adesive solo sul parabrezza e sui vetri laterali anteriori, al fine di garantire piena visibilità e trasparenza, mentre per l'applicazione di tali pellicole sui rimanenti vetri è necessario che sulle pellicole sia apposto il marchio identificativo del costruttore delle pellicole medesime E' consentito applicare tendine rimovibili sui vetri laterali, mentre sul lunotto posteriore possono essere applicate, anche in questo caso, solo se il veicolo è dotato di specchietto retrovisore esterno sul lato destro.

[Domanda n.2099] L'accredito del bonus di 2 punti sulla patente avviene in modo automatico?

L'applicazione della normativa della patente a punti (art.126-bis del codice della strada) entrata in vigore nel 2003 determina l'aumento in automatico del totale di punti 20 con ulteriori 2 punti ogni due anni di assenza di segnalazioni di infrazioni con detrazione di punteggio. Così chi all'1.7.2005, cioè 2 anni dopo l'entrata in vigore del sistema, aveva 20 punti riceverà in automatico l'attribuzione di 2 punti; in assenza di infrazioni l'1.7.2007 ulteriori 2 punti e così via fino al tetto massimo di 30 punti. L'aggiornamento della banca dati è onere del Centro elettronico del Dipartimento dei Trasporti Terrestri e non è richiesto alcun intervento da parte del cittadino.
La consultazione dell'Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, tenuta dal Ministero dei Trasporti, per conoscere il totale dei punti registrati per la propria patente, può avvenire da parte del cittadino utilizzando un telefono della rete fissa e componendo il numero 848.782.782: attenzione perchè non è un numero verde ma la telefonata costa 1 scatto secondo la tariffa urbana del gestore che si utilizza. E' possibile anche consultare on-line lo stato del proprio punteggio, iscrivendosi nella sezione "cittadino" del portale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti www.ilportaledellautomobilista.it

[Domanda n.2098] In caso di avaria di una autovettura, la si può trainare con un'altra vettura senza chiamare il carro soccorso? Se la risposta è affermativa, su quali strade è consentito e con quale mezzo (fune, barra rigida ecc...) e se deve avere d

Il traino di un veicolo in avaria può avvenire su tutte le strade tranne che sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali. Le regole per effettuare il traino in condizioni di sicurezza sono riassunte nell\'art. 165 del codice della strada: - deve essere utilizzato un solido collegamento tra i due veicoli (mediante fune, catena, cavo, barra rigida, altro analogo attrezzo); - il sistema di collegamento deve essere idoneamente segnalato al fine di essere avvistato ed essere chiaramente percepibile da parte degli altri utenti della strada; - il veicolo trainato deve utilizzate il dispositivo luminoso intermittente (c.d. quattro frecce) oppure, in mancanza (perché non presente o non efficiente), deve avere esposto sulla parte posteriore il segnale mobile di pericolo (c.d. triangolo) o il pannello quadrangolare a strisce oblique bianche e rosse, ordinariamente usato per segnalare le sporgenze posteriori; - se il veicolo trainante ne è dotato, deve tenere acceso il dispositivo a luce gialla prescritto per i veicoli adibiti al soccorso stradale.

[Domanda n.2097] Se un'auto monta le gomme da neve si ha l'obbligo di aver a bordo le catene da neve nei tratti stradali ove queste sono richieste da segnaletica o da pannelli (come in autostrada)?

Gli pneumatici idonei alla marcia sulla neve sono contrassegnati da una marcatura (M+S; MS; M-S; M&S) e devono avere caratteristiche corrispondenti a quelle indicate nella carta di circolazione del Suo veicolo. L'uso degli pneumatici da neve o di quelli chiodati (nei limiti delle prescrizioni formulate dal prefetto) fa venir meno l'obbligo di montare le catene.

[Domanda n.2095] Ho un dubbio: secondo quanto letto sui giornali mi è sembrato di capire che se vengo multato per eccesso di velocità senza essere fermato verranno decurtati i punti al proprietario del veicolo. Mi preoccupo principalmente per la macchina azi

L'art.126-bis del codice della strada, nel testo in vigore sino al 26 gennaio 2005, imponeva la decurtazione di punti al proprietario del veicolo che non segnalasse entro 30 giorni chi fosse alla guida del mezzo al momento dell'infrazione. La sentenza n. 27/2005 del Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima tale parte dell'art.126-bis estendendo anche al caso del proprietario-persona fisica il trattamento giuridico riservato dal medesimo articolo al proprietario-persona giuridica che non segnala le generalità e il nome del conducente. Oggi con l'ultima modifica intervenuta nel 2006 la sanzione per chi omette di effettuare tale comunicazione è di Euro 263,00.

[Domanda n.2094] In autostrada mi capita spesso che occupando la corsia libera più a destra incontri un autoveicolo più lento che marcia su una corsia più a sinistra della mia (es. quella centrale o quella di sorpasso). Tenendo presente che io non ho ostacoli nella mia

L'art.143 Cds prescrive che sulle strade a due o più corsie si debba circolare sulla corsia libera più a destra. Le inosservanze sono sanzionate con il pagamento di una somma di € 38,00 e la decurtazione di 4 punti.
La manovra di colui che circolando sulla corsia centrale trova l'ostacolo di un veicolo ed effettua il sorpasso a destra è sanzionato dall'art.148, comma 15, Cds con la somma di € 74,00 e la decurtazione di 5 punti. Se la manovra di sorpasso a destra è ripetuta nell'arco di due anni, si applica anche la sospensione della patente da 1 a 3 mesi.
La manovra di colui che prosegue la marcia sulla corsia di destra, nonostante la presenza di veicoli sulla corsia o sulle corsie di sinistra, non integra la manovra di sorpasso a destra, ma solo quella di superamento da destra che non è sanzionata.



Parole chiave: