A Torino si parla di sicurezza e informazione stradale

Polizia stradale a TorinoUn appuntamento strategico, utile a rafforzare l'ormai storico rapporto tra privati e istituzioni, si sta svolgendo in questi giorni a Torino tra le società del settore autostradale e la Polizia stradale.

L'incontro annuale affronta temi molto attuali, come gli standard di sicurezza sulla rete autostradale, la gestione delle spese e la comunicazione, nell'ottica di migliorare il servizio ai cittadini, le condizioni del traffico, e nel contempo il risparmio dei costi sociali legati agli incidenti stradali.

Tra gli obiettivi stabiliti durante l'incontro: l'aumento delle pattuglie, l'incremento dei controlli, il contrasto al mancato pagamento del pedaggio, un maggiore impulso all'innovazione tecnologica, la formazione degli operatori e la crescita culturale degli utenti.

L'incontro si è aperto con gli interventi del presidente dell'Aiscat Fabrizio Palenzona e del direttore centrale della Polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i reparti speciali, Roberto Sgalla.

Nell'ambito dell'iniziativa è stato firmato anche il protocollo d'intesa tra il Servizio polizia stradale e il gruppo Astm-Sias, secondo gestore italiano e leader nel Nord Ovest del Paese con circa 1.400 chilometri di autostrade.

Il protocollo prevede lo sviluppo di campagne di comunicazione e formazione sulla sicurezza stradale e di prevenzione degli incidenti ed è rivolto, in particolar modo, ai giovani.

L'accordo rientra nella campagna europea d'informazione stradale "Towards a European Road Safety Area" che ha come obiettivo quello di dimezzare il numero totale dei decessi per incidenti stradali nell'Unione entro il 2020.

28/10/2014
(modificato il 29/10/2014)


Parole chiave:
Stradale - protocollo - Torino