Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori - OSCAD

oscad

Cosa fa?

Fornisce un valido supporto alle persone che sono vittime di reati a sfondo discriminatorio (hate crime o crimini d’odio).

Come si contatta?

Chiunque subisce un evento penalmente rilevante in relazione alla razza/etnia, credo religioso, orientamento sessuale/identità di genere e disabilità, può contattare l’Osservatorio all’indirizzo oscad@dcpc.interno.it

Quale iter avvia?

Ricevuta la segnalazione, attiva interventi mirati sul territorio da parte della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri e segue l’evoluzione delle vicende discriminatorie segnalate.

Quali altre attività svolge?

Oltre ad agevolare la presentazione delle denunce di atti discriminatori che costituiscono reato, in modo da superare il fenomeno dell’under-reporting e, quindi, favorire l’emersione dei reati a sfondo discriminatorio:

  • mantiene i rapporti con le associazioni e le istituzioni, pubbliche e private, che si occupano di contrasto alle discriminazioni
  • monitora e analizza il fenomeno attraverso i dati delle segnalazioni ricevute e quelli disponibili nelle banche dati delle Forze di polizia;
  • promuove la formazione e l’aggiornamento professionale degli operatori delle Forze di polizia;
  • attiva collaborazioni istituzionali in ambito nazionale e internazionale;
  • partecipa ad attività volte alla realizzazione e diffusione di messaggi a contenuto sociale che riguardano l’OSCAD attraverso i media e le diramazioni territoriali delle Forze di Polizia e partecipa a campagne sociali di comunicazione e sensibilizzazione, anche presso gli istituti scolastici.

La segnalazione di un atto discriminatorio all’OSCAD non sostituisce la denuncia di reato alle forze di polizia.

English version

Modifica al decreto (16.11.2017)

Modifica al decreto (4.10.2011)

Decreto di istituzione (27.7.2010)

Elenco normative antidiscriminatoria

21/02/2013
(modificato il 10/02/2018)


Parole chiave: