Bullismo: forum con gli esperti

Soprusi del gruppo nei confronti di un coetaneo Non si possono confondere veri e propri reati come le aggressioni, le minacce o addirittura le violenze sessuali con episodi o atteggiamenti di bullismo. Le cronache di giornali e tv richiamano l'attenzione dell'opinione pubblica e degli esperti di settore su un fenomeno preoccupante e sempre più diffuso.

Ma che cos'è davvero il bullismo? Per cercare di capirlo e di chiarire le differenze con episodi di teppismo e violenza si è tenuto un forum in diretta on line sul nostro sito. Martedì 12 dicembre dalle ore 11 alle 13 due esperti della Polizia di Stato: il commissario capo Chiara Giacomantonio responsabile della sezione minori del Servizio centrale operativo e lo psicologo Amato Fargnoli, direttore della sezione di Criminologia applicata della polizia scientifica, hanno risposto alle domande di tutti gli interessati.

I due poliziotti, che lavorano con e per i minori, hanno dato consigli e suggerimenti a adulti e ragazzi su come comportarsi e a chi rivolgersi in caso di necessità. Ecco in breve chi sono:

Chiara Giacomantonio
Laureata in Giurisprudenza, commissario capo è responsabile della "Sezione Minori" della Divisione Analisi del Servizio Centrale Operativo dal 2005. Nello scorso mese di ottobre ha frequentato a Munster (Germania) un corso di aggiornamento in materia di abusi in danno di minori, organizzato dall'Accademia europea di Polizia CEPOL. Durante il corso ha tenuto anche delle lezioni sulla materia.

Amato Fargnoli
Laureato in Filosofia ad indirizzo Psicologico con perfezionamento in Scienze Criminalistiche, direttore tecnico capo, dal 1996 svolge l'incarico di Psicologo presso il Servizio di Polizia Scientifica. Ha conseguito numerosi master e partecipato a seminari svolti presso Associazioni di ricerca e Università (La Sapienza, Tor Vergata) in materia di: devianza minorile, tecniche investigative, organizzazioni criminali, sistemi carcerari, analisi degli omicidi e dei mass-murder, psicopatologia e devianza, tossicodipendenza e criminalità.

09/12/2006
(modificato il 19/12/2007)


Parole chiave: