"Giornata internazionale della donna": le iniziative della Polizia

In occasione della "Giornata internazionale della donna" la Polizia di Stato, da sempre impegnata nella prevenzione dei reati nei confronti dell’universo femmile, ha previsto diversi appuntamenti ed eventi al fine di sensibilizzare la difesa dei diritti delle donne attraverso il Progetto “Questo non è amore”.

Nelle piazze e nei luoghi più frequentati di molte città italiane la Polizia sarà presente con camper, gazebo, stand ed altri spazi di accoglienza con la presenza di operatori specializzati.

Le iniziative di alcune Questure

Campobasso 

la Questura di Campobasso ha scelto, ancora una volta, di stare vicino al mondo scolastico nell’attività di prevenzione della violenza di genere, predisponendo un segnalibro contenente numeri di telefono e l’indicazione della app “Youpol”, di recente realizzazione, che sarà distribuito a tutte le studentesse delle scuole superiori di questa provincia, quale promemoria da conservare tra i propri libri e da utilizzare nei casi in cui si paventi il rischio di vessazioni e abusi di qualsivoglia genere.
La distribuzione sarà inoltre effettuata nella mattinata nei pressi dell’ingresso dell’Aula Magna dell’Università degli Studi del Molise.

Catanzaro

Nei centri commerciali “Le fontane” di Catanzaro e “I due mari” di Lamezia terme verrà proiettato un video per sensibilizzare le donne a rompere il muro del silenzio che spesso viene elevato dinanzi a una violenza.La questura inoltre ha messo a disposizione la casella di posta elettronica spazioascolto.cz@poliziadistato.it dedicata a chi è vittima di violenza.

Modena

A Modena verranno allestiti due distinti punti di ascolto: uno stand sarà predisposto nel corso della mattinata all’interno del Centro Commerciale “I Portali”, l’altro, nel pomeriggio, in piazza Roma a corollario della manifestazione podistica “Donne in corsa”. Una équipe specializzata, composta da personale della Divisione Polizia Anticrimine, della Squadra mobile e dell’Ufficio sanitario, sarà a disposizione della cittadinanza con l’obiettivo di favorire l’emersione del fenomeno della violenza di genere, garantire un supporto a eventuali vittime e fornire una corretta informazione in materia.

Roma

Dal primo pomeriggio, il “Camper Rosa” del progetto “…Questo non è amore” sarà in piazza Anco Marzio a Ostia. Questa volta l’iniziativa sarà rivolta gli studenti delle varie scuole del litorale romano: i ragazzi incontreranno l’equipe specializzata contro la violenza sulle donne che distribuirà, oltre ai vari gadget dell’iniziativa, un opuscolo, che, con i dati in possesso delle forze di polizia,  fa un punto sull’attività di repressione ai reati di maltrattamento, stalking, violenza sessuale ed omicidio, nonché sull’attività di prevenzione promossa dalla Polizia di Stato attraverso gli strumenti dell’informazione, dell’educazione e dell’ascolto. Chiunque potrà proporre quesiti, raccontare la propria storia o chiedere consigli, anche tramite lettera.

Vercelli

In piazza Roma. nel gazebo allestito dalla Polizia, niente mimose ma locandine in lingue diverse, per sensibilizzare le donne a comprendere quali atteggiamenti non siano compatibili in un sano rapporto di coppia. Non solo, all’ingresso dell’ospedale Sant’Andrea ci sarà il camper della polizia di Stato con personale specializzato pronto ad ascoltare chi si presenterà da loro e per chi vuol raccontare la sua storia in forma anonima ci sarà la possibilità di imbucare in un apposito box delle lettere.

Milano

Il 6 marzo in occasione della "Giornata internazionale della donna" si è svolto il convegno “Questo non è amore” che ha riunito studenti e forze dell’ordine e a cui ha partecipato il direttore centrale anticrimine della Polizia Vittorio Rizzi. Durante l’incontro la forte testimonianza di Filomena De Gennaro, costretta su una seria a rotelle dal proiettile sparato dall’ex fidanzato, profondamente convinta che “denunciare è fondamentale”. Il prefetto Rizzi nel suo intervento ha detto che per arginare la violenza sulle donne, serve "una profonda trasformazione culturale".

Scuola Allievi Agenti Peschiera del Garda

Anche la Scuola di Peschiera del Garda celebra la “Giornata Internazionale della donna” con due diversi momenti. Al mattino, alla presenza di più di 100 studenti delle scuole medie, i frequentatori del 199° corso metteranno in scena la rappresentazione teatrale ispirata al libro del direttore della scuola di Polizia “L’amore che non è”; uno spettacolo fatto di parole e canzoni che ha come unico scopo quello di sensibilizzare soprattutto i più giovani sul tema della violenza di genere, cercando di infondere in tutte le donne il coraggio di parlare e di uscire allo scoperto. Al termine dello spettacolo, i 214 allievi agenti e gli studenti si sposteranno davanti all’ingresso della scuola per la scopertura di una “panchina rossa” con apposta una targa con su scritto “Questo non è amore”.

Mentre per iniziativa del Quirinale, l’ispettore Maria Volpe, della questura di Agrigento, è stata invitata a partecipare alle celebrazioni della “Giornata Internazionale della donna”, quest'anno dedicata al tema "Donne e Costituzione". In quest’occasione il presidente della Repubblica Sergio Mattarella renderà omaggio all'impegno delle donne protagoniste del cammino verso la progressiva conquista della parità dei diritti.

L’ispettore Maria Volpe nel 2016 ha ricevuto l’onorificenza di ufficiale dell'ordine al merito della Repubblica italiana “per la sensibilità e la professionalità con cui, in piena emergenza, accoglie e assiste i minori non accompagnati giunti nel nostro Paese”.

08/03/2018