Viabilità Italia: presentato a Roma il piano per l’esodo estivo

Sono 6 mila i chilometri di autostrade gestite da Aiscat, oltre 26 mila quelle gestite da Anas sulle quali già in questi giorni si stanno riversando  milioni di autoveicoli a bordo dei quali le persone stanno raggiungendo le località di ferie.

Un terzo del traffico leggero annuale si concentra proprio nel periodo estivo ed è per questo che proprio stamattina, nella sala conferenze del ministero dell’Interno, Viabilità Italia, l’organismo che da 12 anni gestisce le situazioni di crisi legate alla viabilità, ha presentato il suo piano per l’Esodo dell’estate 2018.

All’incontro erano presenti il direttore del servizio Polizia stradale Giovanni Busacca, il direttore delle Specialità Roberto Sgalla ed il capo della Polizia Franco Gabrielli.

Nel corso del suo intervento, il prefetto Gabrielli ha più volte fissato l’attenzione su comportamenti potenzialmente pericolosi alla guida come l’uso del telefonino o l’uso delle corsie dedicate al sorpasso per la marcia ordinaria ricordando come “La vita è il bene più prezioso che abbiamo e non può essere sostituito da macchine scintillanti o da tempi di percorrenza da piloti di Formula 1”.

Innanzitutto le date da bollino nero: il famigerato segno distintivo che contraddistingue le giornate più critiche per il traffico veicolare le mattine del 4 e dell’ 11 agosto. Bollino  rosso per gli ultimi due weekend di agosto e per il primo di settembre, periodi dove sono previsti i rientri.

Le Forze dell’ordine saranno presenti sia sulla rete stradale che su quella ferroviaria con le due specialità della Polizia di Stato Polizia stradale e Polizia ferroviaria, sempre in prima linea sul fronte della sicurezza dei viaggiatori.

Anche l’Arma dei carabinieri e le polizie locali saranno interessate dall’attività di controllo ed intervento in questo particolare momento.

Molte le realtà coinvolte nel piano: oltre alla forze dell’ordine e agli enti gestori delle reti, anche Vigili del fuoco e Protezione civile per le eventuali emergenze.

La Polizia ferroviaria per la circostanza ha messo in campo una nuova tecnologia un’app denominata “Smart SDI 2.0” inserita negli smartphone in uso alle pattuglie della Specialità sul territorio.

Grazie alla fotocamera dei dispositivi è possibile una lettura ottica del documento con acquisizione immediata delle informazioni anagrafiche che sono automaticamente incrociate con le informazioni presenti nelle banche dati di polizia.

Il piano contiene anche le indicazioni sui cantieri e sui percorsi alternativi proposti.

Diverse le campagne di sensibilizzazione rinnovate in questo periodo come #amamiebasta e #guidaebasta promosse da Anas e dedicate rispettivamente a combattere l’abbandono degli animali da compagnia e alla sicurezza alla guida senza distrazioni.

Anche Aiscat promuove sulla rete autostradale delle campagne dedicate quali “Vacanze coi Fiocchi” (dedicata quest’anno ai comportamenti pericolosi al volante: distrazione, eccesso di velocità e mancato rispetto della distanza di sicurezza) e “Abbandonarmi è un reato, testimonia!” ideata in collaborazione con Enpa e dedicata al contrasto dell’abbandono degli animali.

Per il controllo della velocità ed il contenimento dei sinistri stradali saranno poi attivati, su 22 tratte autostradali, i nuovi sistemi Tutor di controllo della velocità SICVe-PM.

26/07/2018
(modificato il 27/07/2018)