Torino: scoperto traffico internazionale di auto

 

Sono 27 le persone arrestate delle quali 18 in Italia 5 in Spagna e 4 in Belgio; 6 invece le persone denunciate a piede libero. Tutti sono responsabili di furto e ricettazione di autovetture.

La polizia, nel corso delle indagini, ha recuperato 40 autovetture di alta gamma rubate per un valore stimato di 3 milioni di euro.

Questi sono i numeri dell’operazione della Polizia stradale di Torino che si è conclusa ieri nei tre Paesi con la collaborazione delle Agenzie europee Europol ed Eurojust.

Il sistema prevedeva un sopralluogo all’interno dei parcheggi degli scali internazionali di Torino e Milano e nel parcheggio dello Juventus stadium.

In questi luoghi venivano individuate le vetture da rubare: quasi esclusivamente auto Rover, Mercedes e Bmw.

Per le Rover si utilizzava la "classica" rottura di un finestrino e la riprogrammazione della centralina sul posto, con un transponder; nel giro di pochi minuti la vettura si allontanava dal parcheggio con i ladri a bordo.

Per le Mercedes e le Bmw, addirittura, i componenti della banda residenti in Spagna ottenevano, presso le concessionarie ufficiali, chiavi in sostituzione, presentando falsi documenti di identità e di proprietà dell’autovettura.

Le autovetture venivano poi nascoste in garage o all’interno di vasti terreni nei quali erano collocate dentro container.

Le macchine erano poi esportate con documenti falsi verso la Nigeria dentro i container, o verso il Marocco.

La Polizia è riuscita anche a scoprire la stamperia dove si producevano i documenti contraffatti e dove sono state ritrovate anche banconote false pronte allo smercio.

15/09/2016