158° anniversario: gli attori "in divisa" con la Polizia

Gli attori delle fiction per il 158 anniversario della PoliziaIn occasione del 158° anniversario della fondazione della Polizia abbiamo incontrato alcuni attori di due fiction di grande successo "Ho sposato uno sbirro" e "Distretto di polizia" chiedendo le loro sensazioni e esperienze nell'interpretare il ruolo dei poliziotti e un augurio per i 110 mila poliziotti d'Italia.

Flavio Insinna: "Voi fate la fatica vera, tutti i giorni della vostra vita"
Vice questore aggiunto Diego Santamaria in "Ho sposato uno sbirro 2"

Nel mio ruolo cerco di sembrare il poliziotto che vorrei incontrare se realmente andassi a fare una denuncia o avessi bisogno di qualcosa; senza rischiare di essere troppo buoni. Noi siamo persone che rappresentano un'Italia che lavora, che rischia, che ci mette la faccia e, ahimè, a volte anche la pelle per difendere il nostro Paese.

La differenza vera la vedo tutti i giorni quando arrivano per collaborare alle scene i vostri colleghi in divisa: i loro cinturoni e le loro fondine sono molto più consumate e lise delle nostre. Voi fate la fatica vera tutti i giorni della vostra vita.

Vi auguro che possiate dedicarvi sempre meno alla delinquenza e a inseguire i cattivi veri per la strada e che possiate fare cose sempre più serene. Finché questo non sarà possibile veramente con tutto il cuore in bocca al lupo e buon lavoro!

Guarda il video

Christiane Filangeri: "L'intuito aiuta a risolvere i casi"
Ispettore Stella Morini in "Ho sposato uno sbirro 2"

Il mio personaggio segue molto l'istinto e l'intuito. Per questo prendo molte ramanzine da mio marito, ma sbagliando trovo anche dei piccoli particolari che aiutano a risolvere i casi. Credo che in alcune situazioni particolari l'intuito e la delicatezza femminile possano far sentire più a loro agio le vittime. Nella fiction tra me e il vice questore Santamaria c'è la dinamica di due persone che fanno lo stesso lavoro, in commissariato parli anche di questioni familiari e a casa, mentre prepari la cena, di sospettati e di indizi.

Pensare all'idea che ci sono davvero poliziotte mamme che escono la mattina, lasciando pappe e pannolini, e possono trovarsi in una sparatoria per poi tornare a quella tranquillità, mi fa un po' impressione.

Un augurio a tutti i poliziotti e, in particolare, alle mamme che mi sento di rappresentare un po' in questa fiction: continuate così e veramente tutta la mia stima per chi rischia la vita per il bene di tutti i cittadini.

Guarda il video

Antonio Catania: "Sono fortunato perché faccio solo finta di fare il poliziotto"
Ispettore Giuseppe Lojacono in "Ho sposato uno sbirro 2"

Lo sbirro ideale secondo me non esiste; forse l'ideale sta nel cercare, come ho sempre fatto, di normalizzare il più possibile questa figura che è un uomo come tutti, con i suoi problemi quotidiani, ma è una persona onesta e sincera che ha come punto di riferimento la legalità;

Si può essere d'esempio attraverso la fiction interpretando personaggi con valori radicati come l'importanza della famiglia e del rispetto delle regole.

Io comunque mi ritengo una persona fortunata perché faccio finta di essere un poliziotto, ma ho sempre presente il fatto che chi lo fa veramente si sottopone a dei rischi e ha una vita più dura della mia.

Guarda il video

Simone Corrente: "Sul set facciamo la figura degli eroi, ma non è così semplice nella vita"
Vice questore aggiunto Luca Benvenuto in "Distretto di Polizia 10"

Fare il poliziotto nella vita reale è totalmente diverso; io non l'avrei fatto perché è un mestiere pieno di pericoli ma stimo molto chi riesce a farlo.

All'interno di "Distretto" sono cresciuto passando dall'agente scelto della prima serie al vice questore aggiunto nell'ultima e quindi mi sono abituato piano piano ad interpretare questo ruolo. Sul set poi abbiamo dei professionisti che ci aiutano e facciamo facilmente la figura degli eroi ma non è così semplice nella vita.

Dal vice questore Benvenuto un augurio particolare a tutte le donne poliziotto perché questo sia per voi un anno pieno di serenità.

Guarda il video

Serena Rossi: "Interpretare una poliziotta di Scampia per me è motivo di orgoglio"
Agente scelto Barbara Castello in "Ho sposato uno sbirro 2"

Sono napoletana di un quartiere vicino Scampia, un quartiere tristemente noto e con realtà difficili in cui la polizia è spesso vista come un nemico; interpretare una poliziotta giovane di Scampia ed essere l'esempio positivo di una parte giovane della città per me è motivo di orgoglio.

Guarda il video

Luisa Corna: "Come faremmo senza di voi?"
Magistrato Lorenza Alfieri in "Ho sposato uno sbirro 2"

Forza alle donne. Immagino che in polizia il lavoro delle donne sia molto difficile.Pper questo voglio augurare soprattutto a loro ogni bene e di andare avanti sempre così: come faremmo senza di voi?

Guarda il video

Francesco Arca: "Nel vostro lavoro fatica e soddisfazione"
Sovrintendete Branca in "Ho sposato uno sbirro 2"

Ho avuto in casa un padre con la divisa e capisco tante problematiche e tante soddisfazioni che si possono raggiungere. Mi rendo conto che voi poliziotti avete dei ritmi impressionanti a livello di fatica che poi portano anche tanta soddisfazione.

Guarda il video

Paola Perego: "Porto il mio cane-poliziotto a rivedere gli amici"
Conduttrice televisiva

Non si può mancare il 14, 15 e16 maggio a piazza del Popolo a Roma e poi al laghetto dell'Eur. Tra l'altro io vengo quasi ogni anno perché ho un cane poliziotto che ha lavorato dignitosamente in polizia per tanti anni e poi è andato in pensione e io l'ho preso a casa mia. Lo portiamo a piazza del Popolo a rivedere i suoi "colleghi".

Guarda il video

- In collaborazione con Poliziamoderna. -

14/05/2010
(modificato il 21/05/2010)