Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione di 81 posti di medico da immettere nella qualifica iniziale della carriera dei medici della Polizia di Stato, indetto con decreto del Capo della Polizia del 5 novembre 2018.

Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana 4^ Serie speciale “Concorsi ed esami” del 6 novembre 2018 è pubblicato il concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione di 81 medici da immettere nella qualifica iniziale della carriera dei medici della Polizia di Stato.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate dalle ore 00.00 del 7 novembre 2018 alle ore 23.59 del 6 dicembre 2018, utilizzando esclusivamente la procedura informatica disponibile all’indirizzo https://concorsionline.poliziadistato.it (cliccando sull’icona “Concorso pubblico”). Il candidato potrà accedere al portale utilizzando unicamente il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), con le relative credenziali (username e password), che dovrà previamente ottenere rivolgendosi a uno degli identity provider accreditati presso l’Agenzia per l’Italia Digitale (A.G.I.D.), come da informazioni presenti sul sito istituzionale www.spid.gov.it.

Il candidato dovrà inoltre essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui personalmente intestato, dove riceverà le comunicazioni relative al concorso.

Bando di concorso

Certificato anamnestico

                                  

                                                              A V V I S O

Dal 24 al 31 gennaio 2019 si svolgeranno gli accertamenti psico-fisici ed attitudinali.

Si rammenta che il diploma di specializzazione richiesto per la partecipazione al concorso, potrà essere conseguito, a norma dell’art. 3 comma 2, del bando, entro la data di svolgimento della prima prova d’esame, ossia la prima prova scritta, che verrà comunicata, unitamente alla sede di svolgimento della prova stessa, in data 7 febbraio p.v.

                                                              A V V I S O

Si comunica che la prova preselettiva prevista dall’art. 7 del bando di concorso non sarà effettuata, considerato che il numero delle domande di partecipazione è inferiore a tremila.

Tale comunicazione ha valore di notifica, a tutti gli effetti, nei confronti degli interessati.

06/11/2018
(modificato il 10/01/2019)


Parole chiave: