Mondiali di nuoto paralimpico: 8 ori, 5 argenti e 3 bronzi per le Fiamme oro

Si sono conclusi a Città del Messico i Mondiali 2017 di nuoto paralimpico, nei quali la nazionale italiana ha realizzato la sua migliore prestazione di sempre, conquistando 38 medaglie (20 d’oro, 10 d’argento e 8 di bronzo) e piazzandosi al terzo posto nel medagliere della competizione.

Grande il contributo dei portacolori delle Fiamme oro, che hanno portato a casa ben 8 medaglie d’oro, 5 d’argento e 3 di bronzo.

La parte del leone l’ha fatta la giovanissima Carlotta Gilli, che ha messo nella sua personale bacheca 5 titoli di campionessa mondiale e un secondo posto, dimostrando determinazione e acquaticità fuori dal comune.

Carlotta ha vinto le finali dei 100 metri dorso S13, 100 farfalla S12-S13, 100 stile libero S13, 200 misti SM13 e 50 stile libero S13, mentre l’argento lo ha vinto nella gara dei 400 metri stile libero S13.

Ottima la prova dell’olimpionica Giulia Ghiretti, che è diventata campionessa mondiale dei 100 metri rana SB4, riuscendo anche a mettersi al collo la medaglia d’argento con la staffetta 4x50 mista e quella di bronzo nei 50 metri farfalla S5, confermando il risultato ottenuto nella stessa gara ai giochi paralimpici di Rio 2016.

Doppio oro per Francesco Bettella, che ha vinto le finali dei 100 metri dorso S1 e dei 50 metri rana S1.

Francesco Bocciardo ha conquistato due medaglie d’argento nei 400 metri stile libero S6 e con la staffetta 4x100 stile libero.

Un argento e due bronzi per Vincenzo Boni, che si è piazzato secondo nella finale dei 50 metri dorso S3 e terzo in quelle dei 200 stile libero S3 e 50 stile libero S3.

Nel nuoto paralimpico i nuotatori gareggiano in classi sportive diverse, in base al tipo di disabilità. Le classi di appartenenza vanno dalla 1 alla 14 e sono suddivise in classi 1-10 (disabilità di tipo fisico, 1 corrisponde ai casi più gravi), classi 11, 12, 13 (problemi di vista: 11 sono totalmente ciechi, 12 o 13 ipovisione meno grave), classe 14 (disabilità intellettiva e/o relazionale).

I nuotatori possono partecipare in tre classi differenti: S (stile libero, dorso e farfalla), SB (rana), SM (misti).

Sergio Foffo

11/12/2017
(modificato il 10/01/2018)