Mondiali di tiro a volo: oro per Jessica Rossi e Gabriele Rossetti, Katiuscia Spada vince il bronzo

Ai Campionati del mondo di tiro a volo appena conclusi a Mosca (Russia) i tiratori delle Fiamme oro hanno contribuito in maniera fondamentale al bottino di metalli preziosi che ha portato l’Italia in cima al medagliere, in tutto 17 nelle varie categorie, di cui nove d’oro, sei d’argento e due di bronzo.

Sulle pedane del Foxlodge shooting range moscovita abbiamo assistito ai due bellissimi ori senior conquistati da Jessica Rossi nel trap femminile e Gabriele Rossetti nello skeet maschile. Oro anche per il vecchio leone Daniele Di Spigno con la squadre di double trap maschile. Medaglia di bronzo per Katiuscia Spada nella prova di skeet misto a squadre insieme all’azzurro Tammaro Cassandro; per la campionessa cremisi anche l'argento con la squadra di skeet femminile.

Tra gli juniores spicca il doppio oro di Maria Lucia Palmitessa, che si è imposta nel trap femminile sia nel torneo individuale che con la squadra. Argento per Matteo Marongiu nel trap maschile e per Jacopo Duprè De Foresta con il team di double trap maschile.

L’oro di Jessica Rossi
Ha solo 25 anni e l’esperienza di una campionessa che ha già vinto tutto e che ha appena aggiunto il terzo titolo mondiale nella sua bacheca personale.

La portacolori delle Fiamme oro si è aggiudicata la finale mondiale del trap femminile battendo la campionessa olimpica di Rio 2016, l’australiana Catherine Skinner, con il punteggio di 43-41.

È stata una gara bella ed emozionante, nella quale la fuoriclasse cremisi ha dato l’ennesima prova del suo livello tecnico e classe cristallina. Dopo aver concluso le qualificazioni con un 73/75, Jessica è entrata in finale con il punteggio migliore.

Nella prima parte della finale ha perso un po’ di concentrazione, commettendo sei errori nei primi 24 piattelli. Poi le ombre sono sparite e la campionessa delle Fiamme oro ha iniziato una fantastica rimonta, coronata dal sorpasso ottenuto al 42esimo piattello.

Negli ultimi 26 piattelli l’azzurra ha commesso un solo errore, riuscendo a mettere pressione sull’australiana che cominciava a perdere colpi. Nella sfida finale a 10 piattelli la Skinner ha sbagliato subito i primi due, mentre Jessica era diventata infallibile. Dopo il sorpasso gli ultimi 8 piattelli sono stati la marcia trionfale dell’azzurra verso il terzo oro mondiale della sua carriera.

"Mi sembrava di essere a Londra 2012 - ha detto Jessica dopo la gara - stesse sensazioni, stessa sicurezza. Volevo andare sul podio a tutti i costi, perché ne avevo bisogno. Ho lottato per questo e adesso ho coronato un sogno: mi sono presa un altro oro".
Grazie alla vittoria di Jessica e ai buoni piazzamenti delle altre azzurre Silvana Stanco e Alessia Iezzi l’Italia si aggiudica la medaglia di bronzo a squadre.

Il trionfo di Gabriele Rossetti
Il campione olimpico di Rio 2016 ha messo il suo sigillo anche sul mondiale, facendo sua la finale dello skeet, nella quale, con il punteggio di 54/60, ha superato il tedesco Vincent Haaga, e il cipriota Georgios Achilleos.

La gara è stata caratterizzata dal testa a testa tra l’azzurro e il tedesco, interrotto dall’errore commesso dal teutonico al 44° piattello; Gabriele ha continuato inesorabilmente ad abbattere bersagli mentre Haaga ha commesso un ulteriore errore che ha permesso all’azzurro di allungare il distacco, rimasto invariato dopo i due errori commessi da entrambi i tiratori nei piattelli finali.

“Il vizio di vincere non si perde nella mia famiglia - ha dichiarato il campione delle Fiamme oro - tutto quello che so di questo mio sport, lo devo proprio agli insegnamenti di mio padre Bruno. È lui che mi ha insegnato letteralmente a gareggiare: che è una cosa diversa dal semplice puntare alla vittoria. Gareggiare è conoscere i propri limiti e tutte le proprie capacità, valutare le proprie forze e le forze degli avversari. Gareggiare è lavorare su tutti questi elementi e farne davvero un’arma per raggiungere i traguardi che si vogliono perseguire”.

Il bronzo di Katiuscia Spada
Dopo aver perso in semifinale, per un solo piattello, lo spareggio contro il team di Russia1, il duo Spada-Cassandro ha affrontato Usa2 nella sfida decisiva per l’assegnazione della medaglia di bronzo nella nuova disciplina dello skeet misto, aggiudicandosela con il punteggio di 30-27.

11/09/2017
(modificato il 15/09/2017)